Utente 106XXX
Gentili dottori,

recentemente mi sono recato in un ambulatorio ospedaliero di "Fisiopatologia Chirurgica Dell' Atm", nell'ambito di un day hospital audiologico diagnostico per acufeni, sono stato mandato in tale ambulatorio in quanto, il dottore che mi segue ha ipotizzato una malocclusione come una delle cause dei miei acufeni. Premetto che i miei sintomi legati alla masticazione sono:
1-Una sorta di sibilo che si produce in emtrambe le orecchie quando serro i denti, quando muovo la mandibola verso destra e quando apro completamente la bocca.
2-Sporadici click durante la masticazione
3-Alcune volte, al mattino, ho la sensazione che gli incisivi e i canini superiori non combacino con quelli inferiori, come se questi ultimi spingessero verso l'esterno.
Il medico che mi ha visitato mi ha detto che di fatto c'è una malocclusione e che soffro di bruxismo notturno; ha aggiunto che gli ottavi inferiori, sebbene non inclusi e quasi completamente usciti, stanno crescendo dritti, ma spostati lateralmente verso le guance, mentre quelli superiori sono completamente fuori già da alcuni anni e, a sua detta, si stanno allungando troppo perché non trovano appoggio su quelli inferiori. Alla fine della visita mi ha detto che, se voglio risolvere la situazione, dovrò estratte tutti e quattro gli ottavi e mettere un bite.
Le mie domande per voi sono le seguenti:
Considerato che i miei ottavi superiori sono completamente fuori e perfettamente dritti, mentre quelli inferiori stanno quasi per uscire completamente e l'unico disturbo che mi creano è solo quello di infettare la gengiva, è proprio necessario toglierli? O comunque toglierli tutti e quattro?
Il solo bite potrebbe essere sufficiente a risolvere la mia sintomatologia che non mi sembra così grave da giustificare l'estrazione di quattro molari con una considerevole sofferenza da parte mia?
Il bite si indossa solo durante le ore notturne?

Mi scuso per la lunghezza dell'intervento e vi ringrazio anticipatamente della cortese risposta.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Stare a bocca aperta a lungo facendo leva solo da una parte per volta è una cosa che non faccio mai nei miei pazienti. Prima tolgo il dolore (bite) poi rivaluto il caso. Non si faccia estrarre gli ottavi con il dolore. Potrebbe peggiorare.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 106XXX

Salve dott. Tonlorenzi,

per prima cosa la ringrazio della sua sollecita risposta. Volevo specificare che io non ho dolore nell'aprire e chiudere la bocca e che il medico mi ha detto che faremo prima un bite e poi, a partire da marzo, mi estrarrà i 4 ottavi uno per volta con intervalli di circa 15 giorni. Lei che cosa mi consiglia di fare?

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"malocclusione come una delle cause dei miei acufeni. Premetto che i miei sintomi legati alla masticazione sono:
1-Una sorta di sibilo che si produce in emtrambe le orecchie quando serro i denti, quando muovo la mandibola verso destra e quando apro completamente la bocca.
2-Sporadici click durante la masticazione
3-Alcune volte, al mattino, ho la sensazione che gli incisivi e i canini superiori non combacino con quelli inferiori, come se questi ultimi spingessero verso l'esterno.
Bruxismo notturno probabile." Potrebbe peggiorare la sintomatologia. per questo comincerei dal bite.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Utente 106XXX

Quindi l'estrazione degli ottavi potrebbe peggiorare la sintomatologia? Ma anche il bite lo potrebbe fare? Quest'ultimo va applicato solo durante la notte o si porta anche di giorno?

Grazie mille delle sue pronte risposte.

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Se non fa prima il bite si. Non sempre è facile fare il bite adatto, se non andasse bene la sintomatologia non ne avrebbe giovamento. Però dato che a togliersi dalla bocca un bite si fa in un attimo, il danno sarebbe inesistente o lieve. Si porta di notte e alcuni tipi anche di giorno. Altri più alti (tipo placca di Farrar) non permettono di essere usati di giorno, ma funzionano (se costruiti bene) benissimo portandoli per tempi più brevi.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Utente 106XXX

Alla luce di quanto lei gentilmente mi ha detto, credo che farò il bite e poi vedrò come si evolverà la sintomatologia, sperando che migliori.

La ringrazio molto dei suoi preziosi consigli e la terrò aggiornato una volta fatto il bite.

Cordiali saluti