Utente 396XXX
Salve,
da molti anni soffro del classico clic quando apro molto la mandibola, non mi ha mai provocato dolore anche se sono sempre stata terrorizzta all'idea che potesse "uscire" l'articolazione.
Qualche giorno fa ho però sforzato molto l'articolazione aprendo ripetutamente la mandibola e la mattina dopo mi sono svegliata con un dolore fortissimo all'articolazione destra quando apro molto la bocca,sono già quattro giorni e non passa.Cosa posso fare? Potri aver lesionato l'articolazione? é un'infiammazione'

Grazie per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Marco Capozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
TRICASE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
gentile paziente
E' necessaria una visita da un dentista che si occupa di gnatologia. Generalmente vengono richiesti degli esami rx ed una RMN dell'articolazione temporo mandibolare per studiare le superfici articolari ed il menisco. Non tenti di aprire forzatamente la bocca oltre il necessario in quanto si può verificare una lussazione.
auguri
Dott. Marco Capozza
http://www.dentista-lecce.com
mailto: dentista.salento@gmail.com

[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile paziente,
si affidi ad uno gnatologo per il suo problema, anche se nel frattempo i sintomi si fossero già risolti.
Non si preoccupi troppo se il collega non le prescrive la RMN.
Conta molto di più la valutazione clinica dello specialista; la risonanza è esame complementare, solo in qualche caso veramente importante.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#3] dopo  
Utente 396XXX

Ringrazio entrambi per l'attenzione.Ho fissato proprio per domani una radiografia temporo-mandibolare come prescritto dal mio medico base in modo da poterla mostrare a uno specialista in gnatologia,come consigliato.
Ho visto che il San Raffaele di Milano ha una specializzazione proprio in gnatologia, posso rivolgermi a loro? potete consigliarmi altro a Milano?

Ringrazio nuovamente

[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Masnata dr Roberto,
Piazza Trieste 15, 27049 Stradella (PV)
rmasnat@tin.it

Uno dei migliori in Italia.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile utente, oltre al dolore è presente anche una riduzione dell'apertura orale con deviazione mandibolare? E' ancora presente lo schiocco? Se sì, in apertura o in chiusura?
Cortesemente, se già non ha fatto visita specialistica,ci può rispondere, in modo da chiarirLe meglio le sue problematiche?
A presto
Dr.Oscar G.ppe Muraca

La risposta ha carattere puramente informativo.

[#6] dopo  
Utente 396XXX

Buongiorno,
per quanto riguarda l'apertura orale, non ho riscontrato nessuna riduzione però, ad aprire la bocca oltre un certo limite, sento un dolore articolare forte a livello dell'orecchio destro (ma non sono impossibilitata ad aprire la bocca al massimo). Non mi sembra ci sia una deviazione mandibolare o comunque non si è modificata rispetto a prima.Lo schiocco è sempre presente quando raggiungo la massima apertura.
La ringrazio per l'interessamento.
Auguri

[#7] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Gentile utente, tra i componenti dell'articolazione temporo-mandibolare c'è il condilo della mandibola e la fossa della mascella che l'accoglie. Tra questi due componenti c'è un disco articolare (una specie di cuscinetto) che in situazioni normali è sempre interposto tra le due strutture sudescritte. A bocca chiusa la testa del condilo mandibolare è nella parte più posteriore del disco. Man mano che la bocca si apre la testa del condilo va a posizionarsi nella parte più anteriore. In chiusura invece ritorna nella posizione di partenza (la più posteriore). In presenza di un click o di uno scatto mandibolare a bocca chiusa il disco del condilo non è più interposto tra la testa del condilo mandibolare e la fossa temporale della mascella. L'altezza del disco è maggiore dello spazio a disposizione (non ci entra). Quando il disco si interpone tra testa del condilo e fossa (si dice che viene catturato) si ha il click. Se la "cattura" avviene subito avremo un click precoce, se avviene in fase intermedia ci sarà un click intermedio, se avviene alla fine del movimento di massima apertura si avrà un click tardivo. Lei dice che il click avviene alla fine della sua apertura e quindi nella sua radiografia temporomandibolare si vedrà che la "cattura del disco" avviene nella fase di massima apertura. Rimedi. A Pisa il Prof Marcello Brunelli propone la costruzione di un bite in massima apertura. Così facendo si allontana la testa del condilo dalla fossa del temporale ridando lo spazio affinché il disco venga "ricatturato" nella sua normale posizione. Naturalmente questo è quello che facciamo noi altri fanno bite non in massima apertura, però se si vuole ricreare lo spazio si deve comunque "costruire" un bite alto.
Un bravo gnatologo le spiegherà con libri e disegni ciò che io ho scritto. Con disegni e foto la sua spiegazione sarà di sicuro più chiara.
Saluti
Dr. Daniele Tonlorenzi Prof A.C. Università di Pisa
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum