Utente 180XXX
Sindrome di eagle
sabato 6 novembre 2010 - ore: 13:03:21 da Utente 180363 [ Invia Messaggio Privato ]
Salve!!!
Sono in cura da un Maxillo-facciale, che mi ha diagnosticato il processo stiloideo calcificato, ma purtoppo è un dottore che non mi dice le cose come stanno, tende a dirmi una frase a visita.
Io ho 24 anni, e già vari problemi di salute, come le bronchiectasie, beanza cardiale allo stomaco ecc... (cose croniche e non frequenti alla mia età, che non fumo e faccio una vita regolare).
Erano 2 anni che avevo un dolore all'orecchio sinistro provocato dallo sbadiglio, ma era una cosa sopportabile, fino a luglio 2010, quando x circa 3 gg avevo delle fitte alla testa e all'orecchio (sospettando una nevralgia, ho solo aspettato che passasse), e al 3° gg faccio uno piccolo starnuto dal quale partono dei dalori allucinanti alla parte sinistra della faccia, e non riuscivo a deglutire x il forte dolore all'orecchio... ambulanza, una notte al pronto soccorso con oppiotici, 5 flebo ma senza risolvere il dolore. Ad oggi ho dolore all'orecchio quando sbadiglio, e in un punto della testa praticamente dietro l'orecchio, dove sento un dolore fisso, come se mi premesse qualcosa da dentro, e un bruciore...! Ora mi è rimasta da fare solo la risonanza alla testa x vedere che non ci siamo altri problemi. Il mio maxilo.facciale dice che si può provare prima con un bite, poi con l'antalgia, e in fine l'intervento x rimuovere solo l'ultima parte del processo stiloideo, dato che è un intervento rischioso e una bella cicatrice. Io mi chiedo se si possa consigliare l'antalgia a una ragazza di 24 anni, o dirle di vivere con il male? Vorrei sapere cosa rischio, e magari dove posso consultarmi con qualche altro bravo maxilo-facciale... anche perchè sto andando in depressione svegliandomi ed addormentandomi con il male! Grazie molte

Buongiorno,
avendo ancora parecchia confusione su questa sindrome, scrivo anche in gnatologia.
La tac alla testa era normale. Ad oggi il dolore è minore al 2010, ma comunque presente in ogni sbadiglio e movimento "errato" che mi capita di fare... dunque vivo nel terrore di svegliarmi un giorno con i dolori che avevo 1 anno fa... INVALIDANTI, anche perchè ho probemi di stomaco e non riesco a prendere molti antinffiamatori..
Non sto più andando dal mio maxilofacciale a Cesena, poichè lui mi ha suggerito un suo collega che fa fare esercizi mandibolari e byte,ho provato per un pò, ma mi sento quasi peggio, perchè al risveglio non riesco a chiudere la bocca.
Sento sempre un "crack" dentro l'orecchio quando sbadiglio, dicono che mi si sia consumata la cartilagine.Insomma non vorrei trascurare e trovarmi fra qualche mese punto e a capo con un dolore tremendo, ma mi hanno sconsigliato l'intervento, perchè vicino al basicranio è pericoloso.. Premetto che ho il dolore a sinistra, ma dalla tac risulta che la calcificazione è da entrambi i lati... a sinistra molto più grande (il mio maxilo l'ha definita ABNORME). HELP !!! GRAZIE

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
I meccanismi del click sono descritti in http://www.danieletonlorenzi.it/?p=79 un possibile meccanismo che può aggravare la situazione è http://www.danieletonlorenzi.it/?p=108. La cura più adatta è https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/821/Tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo può essere che sia possibile fare di meglio. Provi a consultare un altro gnatologo
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 180XXX

Salve, ho aspettato un pò di tempo a risponderle, nella speranza che qualcosa migliorasse, invece la situazione è stabile (alcuni giorni mi sveglio con il male, altri un pò meglio) sono quasi felice che sia stabile... ma vorrei risolverla, non riesco più a vivere cosi, se sbadiglio ho dolore, attenzione a starnutire, dei giorni ho difficoltà a mangiare perchè mi si blocca la mandibola, e perfino il casco della moto mi da fastidio... e devo solo sperare di non beccarmi mai un virus intestinale.... perché in caso di sforzo si stomaco, credo che ripartirebbe quel male atroce... e mi sembra che sto perdendo tempo. Ora sto tentando di portare il bite provvisorio notturno, ma a metà notte lo tolgo nel sonno, e se capità di arrivarci alla mattina, quando mi sveglio e lo tolgo, faccio fatica a richiudere la bocca, questo è normale? Inoltre vorrei chiederle che differenza c'è tra un maxilofacciale e un gnatologo? Avrei piacere di venire a fare una visita presso il Suo studio, come posso fare per contattarla per fissare un appuntamento? E un ultima domanda... si può risolvere questa sindrome?
La ringrazio per la sua disponibilità.

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/sedi trova il mio numero di tel. e la mia mail. probabilmente ha bruxismo https://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/699-bruxismo-riconoscerlo-affrontarlo.html. Lo gnatologo è lo specialista dell'articolazione temporomandibolare e fa bite, fa fare stretching, ecc, il chirurgo opera.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum