Utente 238XXX
Buongiorno,
circa quattro anni fa, a causa di una condizione di morso profondo, uno studio dentistico mi ha inserito dei rialzi fissi, sostanzialmente due ponti incollati sui molari inferiori. Nel giro di qualche mese ho iniziato ad accusare probelmi di pronuncia e un progressivo soffio intermittente all'orecchio sinistro che, negli anni, mi accompagna pressoché tutto il giorno. Inoltre, la continua sollecitazione ha creato fratture sugli altri denti. Dopo un paio d'anni, dal momento che in questo dentista non riuscivano più a venirne a capo, mi sono rivolto ad un altro studio per la liberarmi di questi manufatti. Ora, il mio problema è che i diversi dentisti a cui in seguito mi sono rivolto, hanno costruito ponti, corone, ricostruzioni su questa condizione "squilibrata" (scusate il termine improprio) della bocca, non portando ad alcun giovamento nei problemi sopra esposti. Ora, essendo in procinto di farmi inserire tre impianti da un altro dentista (il quarto) il mio timore è che, ancora una volta, le protesi vengano "calcolate" su una condizione sbagliata della bocca. Ho effettuato diverse visite otorinolaringoiatriche, mi è sempre stato detto che nell'orecchio non c'è nulla ma di rivolgermi ad un dentista.
Le mie domande sono:
-Gli studi a cui mi sono rivolto, hanno sempre ritenuto di affrontare i problemi in oggetto "dopo" la costruzione delle protesi. Non vorrei che "dopo" il lavoro risultasse sbagliata.
-Questi problemi, ed un anomalo consumo dei denti, sono stati attrubuiti al bruxismo e che, dopo aver sistemato le nuove protesi, si sarebbe potuto costrire un bite notturno.
Non vorrei spendere altri soldi per qualcosa che sarà poi da buttare.
Vi ringrazio per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Filippo Martone

28% attività
0% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
MINERBIO (BO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Gentilissimo,
la sua preoccupazione è ben fondata, e poggia sulla corretta percezione di avere un disordine della funzione masticatoria.
E' di primaria importanza che, prima di prodursi in riabilitazioni delle arcate dentarie, venga assolutamente preso in carico questo quadro patologico.
Un'odontoiatra preparato nella diagnosi e cura dei disordini cranio cervico mandibolari, coadiuvato da fisiatra e riabilitatore, potrà svolgere questo compito e restituirle un'equilibrio apprezzabile. Solo allora potrà essere progettata ed eseguita una riabilitazione che tenga conto del suo stato di salute/malattia, rispetti il delicato equilibrio che si sia allora trovato e lo conservi.

La saluto cordialmente.
Dr. Filippo Martone
Titolare
BONONIA GLOBAL FACE CENTER
Bologna - Minerbio

[#2] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
la sua condizione occlusale è certamente non in equilibrio. D'altra parte il posizionamento degli impianti può costituire una base per il riequilibrio occlusale che andrebbe effettuato prima della esecuzione del lavoro definitivo.
Può peraltro risultare di non facile soluzione detto problema, per questo una strada percorribile, suggeritagli, è quella di ultimare la protesi definitiva su impianti e di ricorrere ad un bite: non la migliore soluzione ma che potrebbe darle comunque un compenso funzionale ragionevolmente immediato.
I problemi di pronuncia possono essere collegati ad una diversa occlusione che, determinando un riposizionamento dell' ATM può darle anche il sintomo di soffio all'orecchio legato ad una disfunzione tubarica (il tubicino collegato all'orecchio che regola il flusso d'aria e la pressione dell'orecchio medio).
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#3] dopo  
Utente 238XXX

Vi ringrazio molto per le risposte. Penso che, prima di procedere con un intervento così importante, valga la pena di far visionare la mia condizione ancora da uno specialista, possibilmente gnatologo, poichè la mia impressione è stata che, riguardo questa tipologia di problemi, non sia sempre facile trovare lo specialista con l'idonea esperienza/strumentazione. A tale proposito, vorrei chiedere dove potrei farmi consigliare per uno gnatologo il più possibile vicino alla mia zona di residenza. Da una breve ricerca non ne avrei trovati.
Vi ringrazio ancora per la gentile attenzione.

[#4] dopo  
Dr. Filippo Martone

28% attività
0% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)
MINERBIO (BO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
E' indispensabile un team otorino-gnatologo-fisiatra per avere una buona diagnosi, a conferma di quanto asserito dal gentile collega.

Cordialmente
Dr. Filippo Martone
Titolare
BONONIA GLOBAL FACE CENTER
Bologna - Minerbio