Utente 268XXX
Salve,
vorrei avere più delucidazioni su un problema che affligge ormai da più di un anno il mio orecchio destro, cioè un'alterazione di alcuni suoni, come se una cassa audio va in distorsione nel momento in cui si alza il volume.
In pratica mi succede questo: quando qualcuno parla a voce alta nelle immediate vicinanze o mi trovo in un'auto con il volume dello stereo più alto del solito, ma anche in situazioni più particolari, ad esempio quando mi capita di ridere mentre parlo il suono mi si distorge sempre!!
Ho già fatto 2 esami audiometrico e impedenzometrico a distanza di 8 mesi e sono risultati sempre nella norma.
Detto questo, devo aggiungere che sempre nella zona destra, a volte, aprendo la bocca avverto uno "scatto" deciso della mandibola, in più avverto dei "clic" all'interno dell'orecchio anche a mandibola chiusa o quando degludisco.
Di questa sintomatologia ne ho parlato l'ultima volta all'otorino e mi ha riferito che sono sintomi di una disfunzione atm e che il problema delle distorsioni di quei suoni è da attribuire a questo.
La mia domanda è questa: leggendo diversi forum sull'atm ho letto di vertigini, acufeni, ma mai di "distorsione dei suoni". Può essere anche quest'ultimo problema correlato all'atm?

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, si, può esserlo: è un sintomo di difficile inquadramento, che non trova riscontri oggettivi negli esami strumentali che sembrerebbero indicati come l'audiometria, ma spesso riferito da chi presenta disfunzioni dell'ATM.
Le consiglio di consultare anche un dentista-gnatologo esperto in problemi dell'ATM.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 268XXX

La ringrazio dottore,

in merito alla sua risposta mi permetto di aggiungere un'ultima cosa che ho dimenticato di scrivere precedentemente: oltre all'audiometria e impedenzometria ho anche eseguito una Rm encefalo e condotti uditivi interni consigliatami dall'otorino (fortunatamente tutto nella norma), in più una RM dell'ATM a bocca chiusa e aperta, per avere un quadro completo: dal referto però risulta nella norma anche quest'ultimo esame, in realtà quegli scatti mandibolari sono udibili anche da chi mi sta accanto, per non parlare dei "rumori" che avverto frequentemente di clic e sfregamento. Come è possibile che nella Rm non sia stato rivelato nulla di questo?

Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Può riportare per intero il referto della RM delle ATM? grazie.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 268XXX

Si certo, ecco il referto:

RM ARTICOLAZIONI TEMPORO MANDIBOLARI

L'esame RM (1.5T) eseguito nelle sezioni coronali e sagittali (tecnica GR e FSE) nelle sequenze pesate in T1 e T2, a bocca chiusa e aperta, ha mostrato normale morfologia ed intensità del segnale dei capi articolari.
Non si documentano, sia a bocca aperta che chiusa, segni di incoordinazione condilo-meniscale d'ambo i lati.

[#5] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Il riscontro clinico da lei riferito "aprendo la bocca avverto uno "scatto" deciso della mandibola" , unitamente all'opinione del Collega ORL, sembrerebbero discordare da quello strumentale (RM). Il fatto che lei senta lo scatto "a volte" potrebbe spiegare il referto negativo della RM, pur in presenza di una disfunzione.
Via rete , senza un eame clinico diretto, non é possibile dire di più.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#6] dopo  
Utente 268XXX

Da quello che mi sembra aver compreso dalla sua ipotesi a distanza, potrebbe esserci una disfunzione dell' ATM suggerita dai "rumori" avvertiti, ma il fatto che ad oggi, sempre in linea teorica, la mandibola a volte è in asse e altre no, potrebbe non essere necessariamente evidenziata da una RM? Ma in questo caso quel fastidio all'orecchio potrebbe essere comunque correlato?
Spero di aver capito bene e soprattutto di poter fare una visita gnatologica al più presto per una risposta alla seconda domanda, anche se facendo una ricerca purtroppo non sono riuscito a trovare uno gnatologo nelle mie vicinanze.

La ringrazio per la sua cortesia e disponibilità
Cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Una disfunzione precede anche di moloti anni la degenrazione artrosica o l'aggravamento meccanico (es. incoordinazione condilo-meniscale) , che nel suo caso é evidentemente in fase iniziale, e prevede un approccio essenzialmente clinico, legato al senso clinico del dnetista più che ad indagini strumentali.
Per questo é impossibile dire di più senza poter visitare direttamente.
Cordiali saluti.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com