Utente 286XXX
buonasera a tutti vi scrivo per illustrarvi il seguente problema,cercherò di essere il più breve e conciso possibile.soffro da circa 4 mesi di una forte insonnia,ansia ad addormentarmi risvegli notturni ecc,il tutto è incominciato un giorno quando mordendo i lacci delle scarpe che non si snodavano ho sentito come se la mandibola mi "entrasse"nel cranio e un forte click,non vi ho dato peso avendo sofferto tanto in passato di click mandibolari(risolti con un bite,che metto tuttora)da quel momento se stavo molto tempo con la bocca chiusa facevo fatica ad aprirla cioè sentivo come resistenza,le notti da quel momento in poi sono state caratterizzate da risvegli precoci presumo per il male alla mandibola in quanto mi svegliavo in uno stato semi-comatoso e la prima azione che facevo era aprire la bocca perchè sentivo male,in seguito sono andato dal mio ortodonzista che mi ha regolato il bite essendo più consumato da un lato,il dolore è scomparso ma sono continuati i risvegli precoci e successivamente per paura di questi anche l'ansia per addormentarmi.sono perfettamente consapevole della mia ipocondria e della mia ansia e infatti la sto curando andando da una psicologa e prendendo farmaci specifici prescritti da un neurologo,la mia domanda è una sola può essere causa dell'insonnia questo avvenimento "dentistico"pur non sentendo ora nessun male alla mandibola stessa?vi metto inoltre al corrente che ho la deglutizione atipica e dal lato sinistro i denti non coincidono bene,so che andrebbe intrapresa una terapia di tipo odontoiatrico ma la mia domanda è per rassicurarmi che l'insonnia non sia collegata all'avvenimento descritto sopra,grazie mille e buona pasqua

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, in assenza di dolore, non credo che la sua mandibola possa essere collegata con i disturbi nel sonno. Invece, il dubbio che mi viene (a parte l'ansia e l'ipocondria, ovviamente) è che lei possa avere disturbi nel sonno di tipo ostruttivo.
Una prima indagine in tal senso è semplice: le risulta di russare nel sonno? La prego di coinvolgere i famigliari nella risposta a questo quesito. Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 286XXX

salve dottore, i miei genitori e la mia fidanzata hanno confermato che non russo mi sono venuti a controllare più di una volta durante il sonno e hanno potuto affermare ciò,le racconto un aneddoto simpatico pensi che quando ero piccolo ero cosi silenzioso durante la notte che alcune volte mi svegliavano perchè pensavano fossi morto da quanto avevo il respiro silenzioso,comunque tutto questo per dirle che mi fa piacere sapere che l'occlusione e la mandibola non c'entrano nulla con il mio disturbo perchè le dico onestamente che questa situazione dell'insonnia è diventata piuttosto pesante e debilitante durante il giorno e sapere con è collegata a quanto detto sopra mi da una piccola rassicurazione a livello psicologico la ringrazio molto per la sua pazienza e mi scuso per il disturbo.