Utente 213XXX
Buongiorno, nel mese di ottobre 2014 il mio dentista ha messo una corona su un molare superiore (sesto) precedentemente devitalizzato. Sul momento andava bene, ma dopo la prima settimana la corona ha iniziato a crearmi dolenzia alla gengiva, sebbene dall'esterno la gengiva sembrava normale. Il dentista ha così via via scaricato il dente di tutti i precontatti laterali fino a far venire fuori la parte metallica. Non ha voluto rimuovermi la corona, sebbene dopo l'ultimo intervento dove ha scaricato tanto il dolore si è decisamente ridotto. Il problema è che comunque il dente risulta indolenzito e mi da ancora fastidio. Durante tutto questo periodo, il dolore che avevo mi impediva di chiudere la bocca, e questo ha portato che spesso non trovavo più la mia chiusura e mi sentivo tutta la bocca sbagliata senza i giusti contatti. Una volta che ha ridotto i precontatti e il dolore è diminuito, ho ritrovato la chiusura. Attualmente, sebbene il dente continua a darmi fastidio un minimo, io chiudo regolarmente. Nel frattempo che combattevo tra ottobre e dicembre dal dentista per questa corona, mi è capitato andare da un posturologo per accompagnare un'amica. Mi venne l'idea di parlare della corona (che allora era nel clou del dolore) e questi mi disse che un dente che mi faceva chiudere male mi avrebbe portato problemi di postura e mi fece impaurire. Il giorno dopo, non so se mi fossi fatta impressionare, mi sembrava che non riuscivo a camminare bene, sentivo stanchezza e anomalo posizionamento del ginocchio che è dallo stesso lato della corona. Poiché la corona l'avevo in bocca da solo 2 mesi, sinceramente ho pensato che la mia testa mi stesse tirando in inganno e non poteva essere il dente (che tra l'altro il dentista diceva chiudere perfettamente e avere i giusti contatti). Ho continuato a camminare, ma sentivo come se il movimento non fosse più fluido come prima. Adesso che siamo a gennaio e il dente da sempre un minimo di fastidio, ma chiudo perfettamente, anche la questione del camminare è decisamente migliorata, se non scomparsa, peró stamane ho notato che il piede dal lato della corona, ha l'alluce un po' più distante dalle altre dita e diverso dall'altro piede, in più mi fa male la falange dell'alluce. A questo punto ho rimesso tutto insieme, e ho pensato che quel camminare non naturale e fluido proprio su quel ginocchio, abbia potuto comportare riflessi sul piede.... a quel punto quelle sensazioni non erano uno scherzo della mia mente paurosa, ma una realtà legata ai problemi (grandi) che mi ha dato il dente finché aveva i precontatti. Potrebbe essere? Bastano 3-4 mesi per vedere un riflesso sul corpo? Il dentista dice che è impossibile perché anche se il dente mi faceva male, lui lo controllava con le cartine e non era assolutamente sbagliato. Sta di fatto che quando mi ha scaricato tutto (o quasi)io ho finito di soffrire, anche se ancora qualche contatto c'è l'ha e dipende da come dormo. Toglierò il dente comunque, basterà? Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
la sua storia per come descritta suggerisce la possibilità di una residua infezione alla radice del dente che poi determina il dolore. La procedura applicata dal suo dentista, cioè di togliere contatto alla corona del dente, in sé può essere corretta, ma la sua indicazione risiede unicamente nell'eliminazione dei precontatti e non del dolore, specie se di origine endodontica.
Le problematiche successive potrebbero ricondursi al dente non già per precontatti ma per una anomala chiusura antalgica della occlusione.
Le suggerisco pertanto, una rivalutazione endodontica del dente anche con rx.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#2] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Le possibilità sono due:
1) scorretta terapia endodontica; può dare dolore.
2) modifiche posturali, che però ora sembrano corrette.
Quando dice che si toglie il dente credo si riferisca alla corona della ceramica. Segua i consigli del collega e permetta che ne aggiunga uno io, si rilassi e non stia troppo a guardare le dita dei piedi, se starà in buona salute se la goda, altrimenti rischia di star male senza motivo.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#3] dopo  
Utente 213XXX

Gentilissimo dottore, la ringrazio molto per la veloce e dettagliata risposta. In effetti, il mio dentista ha detto che, visto il perdurare della dolenzia, vorrebbe procedere alla rimozione della corona e rifare un provvisorio in resina, vedere come va il dente senza corona e fare altre rx per controllare la devitalizzazione, perché diceva che a volte potrebbe esserci anche un quarto canale. Io, peró, opterei per la corona come causa di tutto, perché il dente mi era già stato devitalizzato e ricostruito, e non mi dava alcun problema, invece dopo una settimana dallaopposizione della corona si è scatenato il dolore. In più, man mano che mi ha scaricato i precontatti, il dolore è dato sempre meno, attestandosi ora a dolenzia continua. Dunque io avevo pensato ad un'origine traumatica del dolore. Lei cosa pensa in proposito? Grazie mille.

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
probabilmente ha ragione Lei, ma controllare ancora la devitalizzazione mi sembra cosa saggia (come diceva il dr. Ponzi che mi ha preceduto). Talvolta il dolore endontico (origine dal nervo dentale non ben trattato) si presenta a distanza di tempo a "confondere" le cose. Poi una cosa non esclude l'altra così ci potrebbe essere stato precontatto (limando i denti il dolore si riduce) e quarto canale che da segni di se a distanza di tempo. Talvolta poi il trattamento canalare è (quasi) preciso ma il dolore è ancora presente. Segua quanto ha scritto il Suo dentista che sta rivalutando tutto (comportamento corretto).
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum