Utente 406XXX
Gentili Dottori

da circa un anno soffro di una fastidiosa sensazione all'orecchio destro, che sento tappato e faccio a volte fatica a riequilibrare la pressione in diverse situazioni, specialmente quando viaggio in aereo.

Di recente ho fatto due estrazioni dentali e la situazione e' peggiorata. L'orecchio si tappa molto piu' facilmente ed a cio' si e' aggiunto dolore ai muscoli della mascella e difficolta' a deglutire, con gola secca che non risulta pero' infiammata. Cio' che ho notato e' che ora la mandibola appare piu' deviata verso destra (gia' lo era leggermente anche prima). Mettendo i mignoli nelle orecchie ed aprendo e chiudendo la bocca sento chiaramente il timpano muoversi nell'orecchio destro ed invece nulla nell'orecchio sinistro.

Ho in programma il prossimo mese una visita gnatologica, non sono medico ma mi sembrano tutti classici sintomi legati ad un disturbo all'ATM.

Per quanto e' possibile rispondere via internet, quali potrebbero essere le terapie per questo disturbo? Un bite e' sufficiente oppure serve anche passare ad una vera e propria terapia ortodontica a lungo termine? Quali sono le tempistiche coinvolte? Si parla di mesi oppure di anni o anche a vita?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,i sintomi riferiti fanno sospettare la presenza di una Disfunzione Temporo Mandibolare.
La deviazione della mandibola(e ' in apertura?) potrebbe essere sintomo di un locking,anche se non specifica meglio nel suo racconto se ha anche una riduzione della apertura della bocca,così come non esplicita se portatore di malocclusioni o affetto da parafunzioni.
Così come anche" l'autopalpazione con i mignoli dentro l'orecchio" e 'indice non di un "movimento timpanico " ma del movimento del condilo oppure essere l'espressione di rumori/click ,sintomo di incoordinazione condilo - meniscale.
Riporto poi la frase di un valente collega a proposito di bite :
" dire bite non è come dire prendere una pillola",è necessaria una valutazione clinica Gnatologica accurata a cui se necessario può seguire una terapia con un bite ad hoc.
Non è l'Ortodonzia la terapia iniziale di un TMD, potrebbe essere solo un passo successivo di "finalizzazione" ad equilibrio occlusale neuromuscolare raggiunto ed in assenza di sintomi,qualora lo specialista lo reputasse necessario.
Attenda il consulto con lo Gnatologo per avere una giusta chiave di lettura del problema e avere riscontri sulla tempistica.
Buona Giornata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia