Utente 664XXX
Gentili dottori vorrei porre un quesito diagnostico ossia da circa 20gg ho iniziato ad avvertire una pulsazione all orecchio sx che non è però sincrona con il battito cardiaco. Tale sintomo ha carattere variabile poiché ci sono giorni che non si presenta per poi iniziare in modo spontaneo fino a regressione. Ma una causa che risulta essere scatenante è quando sbadiglio portando a volte l apertura della bocca al massimo. Premetto che ho una diagnosi di bruxismo e porto solo la notte una placca di Michigan.
Quindi mi sorge spontaneo chiedervi se possono essere i muscoli Delle articolazioni mandibolare a generare Simili pulsazioni e/o spasmi oppure potrebbero essere delle fascicolazioni dei muscoli interni all orecchio che di riflesso subiscono una sorta di stimolo? In passato ho fatto anche degli screening orl dove veniva evidenziato una deviazione del settore nasale faringite cronica ,udito nella norma e un impedenziometria con ridotto picco di compliance con prove di funzionalità tubarica nei limiti della norma.
Sarei contento di un vs riscontro alla mia domanda. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Che tutto cominci con la bocca aperta indica che probabilmente è dovuto a disordine temporomandibolare. La placca di tipo Michigan (che io non uso) non credo si presti per essere portata solo di notte. Nel sito si discute talvolta di quanto tempo vada portato il bite ma.... nel caso di dispositivi di questo tipo non credo ci siano discussioni portarla solo di notte non serve. I dispositivi che si portano solo di notte (tra cui anche quello che uso io) hanno caratteristiche diverse, richiedono tempo per essere seguiti. Questo non vuol dire che chi li porta per 24 ore sbaglia, semplicemente non credo che si possano avere risultati portando QUESTO bite solo di notte. Provi però a chiedere al dentista che la segue qual'è il fine del bite che Le è stato confezionato. Se lo scopo fosse quello di non fare usurare i denti per il bruxismo durante la notte avrebbe raggiunto lo scopo, se fosse interessato invece a risolvere la pulsazione La consiglio di sentire un altro parere.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 664XXX

Gentile dr Tonlorenzi la ringrazio per la sua cortese e precisa risposta. Il bite che utilizzo è stato preparato presso il policlinico di Napoli e il medico mi ha sempre detto di usarlo per evitare i danni conseguenti dal bruxsismo. Ho anche eseguito una telecranio nella quale si evidenziava una occlusione di 1 classe e senza ulteriori segni a carico della ATM. Infatti da quando sono iniziati a sorgere i primi sintomi alla orecchio derivante dalla pulsazione che ripeto inizia quando sbaglio è la bocca va quasi in massima apertura, ho deciso di sospendere l utilizzo del bite per verificare se ci sarebbe stata una remissione del sintomo. Volevo aggiungere che oltre allo sbadiglio a volte ma molto raramente la pulsazione parte da sola x durare max 5 /10 Min mentre bel precedente caso o dura brevemente oppure mi infastidisce x almeno 1 /2 ore per poi smettere spontaneamente. Sarei lieto se lei sempre nei limiti del consulto a distanza potrebbe indicarmi qualche esame da proporre allo specialista o una sorta di iter da seguire . Con gratitudine la ringrazio per una sua ulteriore risposta.

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Dire "grazie" sembra una cosa scontata ma così non è. Quali esami eseguire? Le posso dire quelli che uso io.... nessuno! La diagnosi è clinica e una volta escluse possibili situazioni che possono scatenare il dolore (es. granuloma) che cerco di escludere con panoramica diagnosi e terapia sono "affidate alle mani dello gnatologo". Cercare di evitare i danni è un obbiettivo minimo che non risolve il Suo caso credo Le serva un bite "ragionato" in maniera diversa.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Utente 664XXX

Ringrazio ancora il Dr. Tonlorenzi per la risposta e aggingerei come ulteriore consulenza incrociata se ritiene opportuno una visita ORL in modo da escludere che l origine del disturbo possa avere collegamenti con alcune problematiche che ho tipo ,setto nasale leggermente deviato e faringite cronica? Se per caso ci sono dei riflessi su tuba uditiva? Con cordialita aspetto un suo ulteriore parere. Saluti e buon lavoro.

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Parlando di acufeni una valutazione otorino è una cosa necessaria, faccia la visita e ci informi. Il fatto che questo disturbo si presenti con la bocca aperta al massimo sembra indicare un coinvolgimento occlusale. Tra articolazione temporomandibolare e orecchio ci sono importanti correlazioni anatomiche che può vedere su http://www.danieletonlorenzi.it/?s=blocco+click&x=0&y=0 nel capitolo "approfondimenti anatomici" che è dopo la metà della pagina. Lei è molto gentile e ci faccia sapere cosa dirà l'otorino.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum