Utente 471XXX
Salve,

soffro da circa un anno di dolori al collo e alle spalle. Soprattutto nella parte sinistra dove a volte si fa insopportabile.
Sono arrivato al punto che mi rende molto difficile lavorare, sono un informatico infatti, e quando sto seduto è peggio.
A destra invece tende a bloccarsi e a schioccare. Spesso mi porta anche vertigini
Ecco la lista di tutto quello che ho tentato senza aver nessun miglioramento

-cambiato vari materassi e cuscini, il problema peggiora con cuscini alti. migliora con cuscini bassi ma in questo caso il dolore si distribuisce anche lunga la testa, zona nuca
-fatto radiografia e T.C. con esito "riduzione lordosi cervicale"
-sono andato da due diversi osteopati
-sono stato da un fisiatra varie volte che mi ha diagnosticato prima "Cervicalgia recidivante con nevralgia occipitale", poi "Rachialgia recidivante in lordosi acquisita" e mi ha consigliato:
--Pause frequenti durante l'attività lavorativa
--6 sedute di una terapia manuale SCS da un fisioterapista
--5 Tecar
--5 mesi di palestra seguito da un fisioterapista
--Diversi antinfiammatori e antidolorifici che se prendo in quantità blanda non hanno effetti, se aumento mi danno dolore allo stomaco perchè soffro anche di gastrite
-sono andato da un otorino per le vertigini che mi ha dato cura per 20 giorni con Acuval Vert e Gelsemium Homaccord
-sono stato dal dentista che mi ha tolto tutti i denti del giudizio, di cui i superiori inclusi
-sono stato dallo gnatologo che mi diagnosticato un disallinemaento leggero della mandibola causato probabilmente da un molare destro mancante che tolsi 15 anni fa. Mi ha fatto un bite che sto usando da due mesi.

Per completezza indico i miei altri problemi recenti:
-Sinusite che mi portava mal di testa per ipertrofia dei turbinati, risolta ad inizio 2015 con intervento di riduzione dei turbinati
-Gastrite-duodenite (con nausea) da circa due anni di cui non si sa la causa (no helicobapter, no intolleranza glutine e lattosio) per cui al momento prendo Pariet, Gaviscon, Ursobil dopo aver provato pantoprazolo, esopral, Motilex, Ranitidina, Raxar. Ho eliminato ovviamente tutti i cibi controindicati (vado da una dietista)
-Essendo una persona ansiosa, ed essendo nati questi problemi negli ultimi due anni in concomitanza con eventi che mi hanno abbattuto psicologicamente sono andato da uno psicoterapeuta prima e adesso sono in cura presso uno psichiatra per disturbo ossessivo compulsivo e ansia derivante da questo. Al momento prendo Xanax + Paroxetina. A livello psicologico hanno fatto un ottimo effetto sulla mente e sull'umore ma non riscontro alcuna miglioramento sul problema in oggetto che credevo essere psicologico.
Se però non è neanche questa la causa io adesso non so più cosa fare e da chi andare.

Chi mi può aiutare?

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, la sintomatologia riportata può essere sostenuta anche da una malposizione mandibolare con disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).
Infatti è necessario considerare che le problematiche della colonna cervicale (ma anche lombare) non sono sempre isolate e fini a se stesse, ma inserite nel generale contesto posturale dell'intera struttura corporea . Può essere considerata , in molti casi, un sistema di compenso di malposizioni che intervengono nei distretti inferiori ( bacino, ginocchia, caviglie, piedi) solitamente chiamate "Ascendenti", o superiori (malocclusione dentaria con malposizione mandibolare sopratutto)
La postura del cranio rispetto alla colonna cervicale non è determinata solo dai muscoli del collo che connettono direttamente questi due sistemi, ma anche da un altro sistema muscolare indiretto formato dai sottoioidei, dai sopraioidei e dagli elevatori della mandibola
La postura della mandibola è dunque pienamente coinvolta (anche se spesso trascurata) nella postura del sistema cranio-vertebrale.
Se però dopo alcuni mesi di bite, portato 24 ore al giorno pasti esclusi, non si arriva ad un risultato, delle due l''una: o i suoi problemi non dipendono dall''occlusione e dall''ATM (ma ne dubito), oppure il bite potrebbe essere inadeguato, o, infine, non è stato prescritto con le caratteristiche adeguate al suo caso, forse perché i suoi problemi non rientravano negli obiettivi.
Sul funzionanento dell''ATM, e sui suoi rapporti con la postura, può avere qualche ulteriore informazione visitando il mio sito internet.
Le suggerirei anche di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema complessivo, che forse non riguarda solo collo e spalle
Cordiali saluti ed auguri

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/2326-dolore-cronico-disturbi-sonno-disfunzioni-cranio-mandibolo.html?refresh_ce
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-vertigine-pertinenza-odontoiatrica.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1315-reflusso-gastro-esofageo-notturno-attenti-russare-apnea.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 471XXX

Salve Dottore,

in relazione al primo articolo preciso che non russo ne soffro di apnee notturne da quando feci l'operazione ai turbinati. Per quando riguarda il bruxismo non so come capire se ne soffro.
Il problema è rimasto anche in periodi meno stressanti, come le ferie ad esempio in cui il mio umore è migliore.

In relazione al secondo articolo preciso che le vertigini vere e proprie sono occasionali, per lo più al risveglio. Ho però quasi sempre un sentore "di non perfetto equilibrio". L'otorino non ha rilevato problemi nel canale uditivo ma ha notato che ad occhi chiusi perdevo un pò l'equilibrio.

In relazione al terzo articolo preciso che il mio sintomo principale è bruciore dello stomaco che si allevia solo se lo stomaco è pieno ma non ho un vero e proprio reflusso.

Per quanto riguararda il bite invece l'ho utilizzato per due mesi solo di notte, di recente la dottoressa mi ha consigliato di metterlo già dopo cena. Lei dice che è preferibile tenerlo sempre?

Grazie per l'attenzione

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Il primo livello di giudizio, sia per il bruxismo che per il russare, consiste nel chiederlo al partner. In mancanza, il giudizio personale è poco attendibile, perchè di entrambi il paziente può non essere assolutamente cosciente.
Per quanto riguarda il bite e il suo impiego, la Gnatologia è un campo alquanto fumoso, con poche o nulle certezze scientifiche, molta approssimazione, e ampia variabilità di comportamenti nei vari operatori che si definiscono "gnatologi".
Ognuno impiega i bite e le modalità di prescrizione che, nella propria esperienza e in rapporto alla patologia che affronta, ritiene più efficaci, per cui ogni diversa opinione, tanto più via rete, non sarebbe giustificata.
Personalmente prescrivo rigorosamente di portarlo 24 ore al giorno pasti esclusi, ma i bite che realizzo sono conformati in modo da consentire questa modalità di impiego.
Diceva un saggio che non importa di che colore é il gatto: l'importante è che prenda i topi.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com