Utente 494XXX
Salve,
Vi chiedo la cortesia di confermare se i miei sintomi siano di pertinenza gnatologica, data l'impossibilità di reperire uno gnatologo qui. Se fosse, mi sposterei anche quando avrò la possibilità, anche se non so dove. Sono venuta a conoscenza di questa branca grazie al materiale informativo da voi messo a disposizione. Il che mi ha permesso di poter analizzare da sola i sintomi mettendoli in relazione alla gnatologia. Ho anche chiesto ad un paio di dentisti non gnatologi incontrati per le estrazioni degli ottavi ma , probabilmente, non ne sanno più di tanto. Dopo le estrazioni , infatti, le mie fitte ai denti sono aumentate e ho la sensazione che sia cambiata l'occlusione. Penso più che altro al modo di chiudere, e non a problemi dell'ATM. Come dire, al movimento della stessa. Il dolore dopo ogni estrazione si è protratto per un mese, e sono stata mandata dai dentisti inutilmente da: 1 neurologo ( il quale ha ribadito che non ho nulla da quel punto di vista ) 2 chirurgo maxillo facciale ( stessa cosa, al limite fare un esame diagnostico per l'ATM. No, grazie. Ma un chirurgo per cosa?!) Io ho, seppur lievi : acufene leggero, soprattutto quando mi sveglio. In pratica: rumore come quando si è ascoltata musica in cuffia o alta. Fitte ai denti, soprattutto incisivi inferiori. Ho letto l'articolo del Dr Torlorenzi sul dolore muscolare che si riflette sui denti. Io penso sia esattamente così per me. I denti incisivi superiori sono un po' arretrati col tempo, gli inferiori il contrario .Chiudo diversamente e non coincidono più gli incisivi. Dalla vecchia ortopanoramica vedo il condilo di destra spostato e la situazione appena descritta, ma i dentisti non hanno considerato la cosa .Non mi hanno visitata nemmeno. Comincio ogni tanto ad avere dolore alla mandibola lì a destra. Se faccio l'esercizio, scritto qui da uno gnatologo, del dito nell'orecchio destro ho quel problema da lui indicato. ( eh, faccio da sola le prove :D ) . Dolori facciali, ogni tanto. Ogni tanto mal di testa, contratture muscolari collo e spalle e nuca che poi si tramutano in emicrania e dolore sopra gli occhi ( assolutamente muscolare). La postura, per me, incide molto e la vedo intrecciata al discorso gnatologico. Dolore-fitte anche alle arcate quando non collimano bene. L'occhio sinistro : secondo me ogni tanto si chiude di più la palpebra, ma è una cosa che posso sapere e vedere solo io, tanto è impercettibile. Nausea, soprattutto in macchina, mai avuta. Ogni tanto qualche sensazione di sbandamento. Stanchezza e sonno non ristoratore. Sempre secondo me ho il bruxismo, ho i denti consumati. Serro anche di giorno. Mi sono svegliata raramente che russavo , mai fatto! Ho letto tutto del Dr Formentelli, grazie di esistere, peccato non nella mia regione :D . Se mi viene in mente qualcos'altro lo aggiungo. Domando : mi sbaglio? Mi aiutate? O fate delle domande per capire?

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Le invio un link informativo veda se si riconosce nei sintomi se ha domande chieda


https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html



https://www.medicitalia.it/minforma/odontoiatria-e-odontostomatologia/699-bruxismo-riconoscerlo-affrontarlo.html


https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/559344-relazione_tra_postura_e_chiusura_mandibolare.html



Nel consigliarle comunque un consulto presso un Collega Gnatologo perché a sistanza é difficile senza visita e report clinici esserle esaustivi

Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 494XXX

Gentile Dr De Socio, si, io infatti riconosco i miei sintomi negli articoli . Qui non trovo però citate le fitte ai denti come ho io. Penso anche che ci siano delle soggettività e variazioni, e oltre a me spetterebbe al medico. La mia domanda è anche, e appunto per avere viceversa la conferma di uno gnatologo ( perché io posso solo essere 'esperta ' come eventuale paziente che ha dovuto arrangiarsi) : anche lei, quindi, riconosce nei miei sintomi un disturbo dell'ATM ecc? Riguardo al suo consiglio , come dicevo, non ho la minima idea di come, dove e SE rivolgermi, tanto che ho lasciato perdere. Riguardo al suo commento ad un altro consulto, io le potrei dire che esiste per me una chiara correlazione con la postura, come dicevo qui su.

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
"...anche lei, quindi, riconosce nei miei sintomi un disturbo dell'ATM ecc? ..."


Molto probabile

"....non trovo però citate le fitte ai denti come ho io...."
"...Sempre secondo me ho il bruxismo, ho i denti consumati. Serro anche di giorno..."


Forse si é già data la risposta.....


".... non ho la minima idea di come, dove e SE rivolgermi, tanto che ho lasciato perdere....."


Cerchi alla voce Gnatologi sul sito MI+



Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Utente 494XXX

La ringrazio, con una probabile conferma mi sentirò di andare a vedere lo specialista almeno più vicino a me e, appena posso, recarmi da lui. Mi piacerebbe sapere come mai la gnatologia non può essere sviluppata da tutti i dentisti, come se fosse solo una questione di denti singoli in bocca. D'accordo che l'estrema specializzazione porta ormai a considerare tutto a compartimenti stagni ma, nello specifico di questa branca, se tocca al paziente leggersi un po' di materiale informativo potrebbero farlo anche i dentisti . Almeno per indirizzare. Oppure non ho capito io.

[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
La Gnatologia dovrebbe essere bagaglio culturale di ogni dentista che si rispetti,ed è materia d'insegnamento sia al Corso di Laurea in Odontoiatria,sia alla Specializzazione in Ortognatodonzia,sia alla ex Specializzazione per Medici in Odontoiatria e Protesi Dentaria.Inoltre si acquisisce anche attraverso Corsi di Perfezionamento.Purtroppo come vede non tutti poi la utilizzano nella pratica clinica quotidiana, in quanto materia molto difficile e complicata,dedicandosi ad altre sottospecialita' meno onerose.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Non deve andare molto lontano...
Il dr. De Socio è nella sua provincia.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#7] dopo  
Utente 494XXX

Vedo solo adesso le ultime due risposte. La mail non me le aveva segnalate e mi si è rotto il pc. Ma tanto avevo capito il da farsi.Ho visto anche che il dr., De Socio è vicino a me, anche se ormai risiedo ad un'ora e mezza da lui, ma pur sempre in Abruzzo. Quindi, passato il mese di ferie per lui, almeno credo, sarà la mia meta. Approfitto allora per chiedere a chi di voi leggerà, quando lo farà, come muovermi, perché ho passato la notte con forti dolori, cosa che mi era successa anche il mese scorso in concomitanza con la sindrome premestruale che evidentemente mi accentua i problemi. Non capisco se i dolori siano di ordine gnatologico o anche per via dell'ultimo dente del giudizio superiore che è del tutto fuoriuscito ma che mi rimane da estrarre perché cariato. I dolori sono intensi e muscolari a destra, e a destra c'è anche il dente : ho visibilmente dolente e contratto lo sternocleidomastoideo come fosse una corda che strangola, dolori che si riflettono sui denti vari di entrambe le arcate, labbro inferiore con anche leggero formicolio ( provato già dopo le estrazioni), muscolo sopra l'occhio, zona condilo, orecchio ( in prossimità, non l'orecchio), zigomo, nuca, tempia e chi più ne ha più ne metta. Il massetere quindi penso sia contratto allo stesso modo, il che credo mi porti anche ad un iper salivazione. I dolori in tutte le zone sono assolutamente dello stesso tipo e intensità. Non avrei mai pensato che dolori muscolari fossero così intensi, ma vista la zona lo comprendo. Nemmeno avessi un crampo fisso. Provo a massaggiare almeno il collo e il trapezio è un po' allenta. Ma non so sciogliere i muscoli come indicato da un articolo del dr. Torlorenzi. Ora, non vorrei che la causa fosse anche dentale e i muscoli, come spiegato nei vostri articoli, riflettano il dolore anche di una pulpite. Il dente in questione non mi fa male, ma un altro dente tempo fa, sempre del giudizio, si manifestò con dolori agli altri, anche se erano diversi e non li avvertivo come muscolari. Cosa devo fare? Estraggo qui in zona intanto il dente e poi affronto il discorso gnatologico? Con la conseguenza che, come ho visto dopo ogni estrazione, passo un mese di dolore muscolare diffuso soprattutto alle arcate e peggioro quello attuale. Non posso materialmente fare un viaggio anche per una banale estrazione, lo dico sinceramente. Devo anche affrontare un problema di ordine ormonale in concomitanza, fare esami ecc. Oppure aspetto, sperando che questi dolori ( se fossero come penso non a causa del dente) e che tolgono persino il sonno vadano via come il mese scorso, e affronto tutto da lei , dr. De Socio? Passato almeno ferragosto? Non so cosa devo fare. Grazie ancora , qui non verrei capita da nessun medico come già in passato e il tutto diventa un incubo.

[#8] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Per il momento utilizzi solo antinfiammatori anche con la supervisione del medico curante,e se ha la possibilità di contattare uno studio fisioterapico,le consiglio un ciclo di terapia decontratturante-antalgica, sia fisica che strumentale.Se crede mi contatti dopo le ferie estive per una visita.Per il dente del giudizio contatti un Collega reperibile nella sua zona.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#9] dopo  
Utente 494XXX

Bene, faccio tutto così in questi giorni, per quello che riesco, e dopo le ferie mi metto in contatto con lei per la visita e il resto del da farsi. A questo punto il dente può aspettare e mi dirà lei magari anche per quello, e quando i dolori muscolari saranno diminuiti lo estrarrò qui più in là. La ringrazio molto e buone ferie. A presto

[#10] dopo  
Utente 494XXX

Buongiorno,
venerdì ho estratto il dente del giudizio in quanto fortunatamente mi sono accorta che era la causa dello stato di malessere generale vario e dolori alle arcate. In effetti il dentista ha constatato sia la pulpite che l' infezione. Era la concausa anche della contrazione, insieme alla disfunzione dell'ATM. Questo è almeno quanto io sto riscontrando. Dopo la notte con dolori fortissimi seguita all'estrazione, la contrazione dei muscoli anche al collo sta migliorando essa stessa ma persiste e ho chiesto al medico di base per la fisioterapia indicata qui nel consulto. Ho così riscontrato che con l'impegnativa l'iter è lungo in quanto alla visita con un fisiatra segue la fisosterapia andando a finire ad un mese almeno di tempo. Ma in zona è l'unico modo La domanda: è possibile risolvere anche la contrazione muscolare con la visita gnatologica passato il periodo estivo? Come posso fare intanto in alternativa? Il dolore è già sopportabile e per fortuna posso evitare i farmaci. In altre parole vorrei sapere se anche questa problematica è di ordine, per così dire, gnatologico, come viene da pensare a me.

[#11] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Credo che una visita Gnatologica sia necessaria per avere un quadro clinico completo.La gestione dei disordini temporo-mandibolari è complessa e la debita premessa è la visita specialistica.
Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#12] dopo  
Utente 494XXX

Bene. Grazie, a presto