Utente 526XXX
Buongiorno, sono una donna di 40 anni, premetto che ho una situazione dentale critica (mi mancano diversi molari inferiori) da diversi giorni accuso un dolore intensissimo al collo, articolazione mandibolare e bruciore gengivale(nelle settimane a precedere l'evento doloroso mi svegliavo con contrattura del muscolo scaleno sx), se parlo o mangio sento un dolore molto intenso irradiarsi anche al collo e la schiena con formicolio del braccio sx.
Ho effettuato ex temporo-mandibolare refertato:"regolare la morfologia e la struttura ossea della cavità glenoide e del condilo mandibolare da entrambi i lati. Nel passaggio dalla bocca chiusa alla bocca aperta il condilo mandibolare descrive un arco di cerchio ai limiti inferiori da entrambi i lati." Ho visitato il medico di base che facendo una visita manuale riscontra sublussazione della mandibola, poi vado da un dentista e da un ortodonzista\gnatologo che invece non confermano la sublussazione dicendo, l'uno che è la mancanza dei denti posteriori e la sollecitazione anomala ai muscoli masticatori a provocare il dolore, l'altro che potrebbe essere un infiammazione gengivale o qualche carie da curare e sicuramente la muscolatura stressata; adesso....io farò ulteriori visite gnatologiche ma il dolore è molto forte sto assumendo antidolorifici da 6 GG, i primi 4 ibuprofene e a seguito della prescrizione del medico di base airtal 4mg 2 volte al dì e miorilassante. Possibile che non passi questa infiammazione? Il collo è un bruciore continuo.....otite? Atm? Cervicali? Il dolore puntorio lo sento prima all'articolazione dx e poi alla sx a momenti alterni...

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
I sintomi descritti sono verosimilmente in rapporto ad un disordine temporo-mandibolare con probabile riduzione della dimensione verticale legata alla perdita dei denti posteriori.Personalmente non eseguo mai esami rx grafici,in particolare l' rx atm lo ritengo inutile,la diagnosi di TMD è essenzialmente clinica.Solo in particolari situazioni mi avvalgo della Risonanza Magnetica,ma si contano sulla punta delle dita.

Legga l'articolo seguente,in particolare si soffermi sulla dimensione verticale.


https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-e-dolore-facciale.html


Veda se si riconosce nei sintomi descritti,poi se ha domande chieda pure.



Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 526XXX

Grazie dottore della sollecitudine con cui ha risposto, riconosco molti dei sintomi, tra cui acufene, dolori al collo e intorpidimento delle braccia, ma questo episodio è capitato come un fulmine a ciel sereno... Poi queste diagnosi differenti che mi sono state fatte! ....Secondo lei è possibile che questo dolore passi, sono già 6 GG che prendo antiinfiammatori e miorilassanti ma sento ancora dolore....devo avere qualche accortezza per velocizzare la tempistica di guarigione dei sintomi dolorosi ( non parlare, dieta liquida, ecc...) o sono destinata a convivere con questa situazione? Ovviamente è mia intenzione ripristinare la dentatura, crede che eseguendo cure odontoiatriche, il dolore cesserà?
P.s.: ho anche delle difficoltà nella motilità linguale e lavoro in un call centerbe, per cui parlo continuamente anche sotto stress.
Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Le consiglio di rivolgersi ad un Collega esperto in Gnatologia per una valutazione clinica accurata.Il primo step è quello di ristabilire un corretto rapporto mandibolo-cranico ed occlusale per mezzo di un bite.
Successivamente potrà essere finalizzata con una riabilitazione protesica.
Se non ha uno Gnatologo di fiducia può scrivere sulla mail del mio studio privato
per poterla indirizzare.


Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Gentile utente mi permetto di scriverLe visto anche che siamo molto vicini. Nella descrizione del Suo quadro clinico e nelle terapie che le sono state prescritte trovo alcune anomalie. Non credo che la Sua ortopantomografia sia "senza lesioni", credo di più alla "sublussazione" descritta dal suo medico di famiglia (che segni radiologici ne da). Ma come dice il collega i sintomi che descrive sono sufficienti per fare diagnosi di forte possibilità (io faccio anche l'ortopantomografia che lei ha già). Se Lei ha i sintomi descritti nel mio articolo è affetta da disordine temporomandibolare. I soggetti che ne sono affetti sentono molto di più i dolori anche in sedi lontane, studi sperimentali lo dimostrano.
Gli antinfiammatori non servono a nulla, la diagnostica per immagini del sistema nervoso (risonanza) ha dimostrato che in presenza di sintomi tipo i suoi ci sono dei nuclei cerebrali aumentati di volume, altri ridotti. Il dolore va curato anche li e gli antinfiammatori servono per il dolore acuto (e in periferia) gli antidolorifici funzionano perché curano il dolore in sede centrale. I muscoli del collo sono contratti e il formicolio è legato alla "sindrome degli scaleni" che ho trovato spesso associata a disordine temporomandibolare. Tra gli scaleni passa il nervo che va al braccio e se questi muscoli sono ipertrofici lo "schiacciano" e causano formicolio.
Antinfiammatori? Servono a poco.
Antidolorifici? Vanno meglio ma curano i sintomi e non la causa.
Miorilassanti? Servono a poco, il dolore non è nei muscoli ma nel sistema nervoso (gli antidolorifici funzionano a livello centrale).

Confusione? Un po, cerchi un altro parere.
Saluti da Carrara

PS se altre domande le faccia
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#5] dopo  
Utente 526XXX

Grazie dottore molto chiaro. Da questi quadri clinici, ammesso che ci sia una sublussazione mandibolare e disturbo temporo-mandibolare associato, è possibile intervenire per guarire?
Saluti da La Spezia