Utente 538XXX
Salve. Sono un ragazzo di 24 anni e per lavoro questo inverno sono stato molto in macchina al freddo con il capo in avanti per guardare il cellulare.
Nella seconda settimana di gennaio ho cominciato a soffrire di attacchi di dolore molto forte dietro l’occhio dx ,che si manifestava quasi giornalmente con durata di alcune ore ( mezzogiorno e/o sera )
Molto preoccupato mi sono recato prima dall oculista, che mi ha cambiato gli occhiali senza trovare nulla di grave e poi da un neurologo specializzato in cefalee che mi ha prescritto del brufen 600 x 2 settimane ed invitato a fare aeresol , poiché riteneva che probabilmente ero solo congestionato anche se non escludeva un la possibile forma di emicrania.
Nei gironi successivi gli attacchi di dolore sono continuati anche prendendo il brufen ed in più ho cominciato ad avvertire un grande tensione cervicale e dei trapezi.
Quindi mi sono recato dal mio dentista di fiducia , che dopo una panoramica mi ha consigliato di mettere il bite essendo i muscoli mandibolari molto tesi, dicendomi che soffro di bruxismo e di serramento dentale, paventando l’idea di una cefalea tensiva.
Inoltre avverto un click mandibolare sx quando chiudo la bocca, ma il dentista non ha dato importanza a questo fattore.
Prima di fare il bite, ho tolto i 3 denti del giudizio restanti, visto che uno era anche molto cariato.
Nei giorni seguenti gli episodi di dolore all’occhio si sono ridotti ma rimanevo molto contratto, di conseguenza ho cominciato a fare esercizi di rilassamento e stretching quasi giornalmente.
Inoltre ho fatto dei massaggi per combattere le contratture e poi eseguito un tac alla testa , che non ha riportato nulla di grave a detta del mio medico di base, tranne della presenza di muco nei seni mascellari ed un linfonodo ingrossato.
Quindi ho cominciato e terminato una cura antibiotica per combattere la sinusite.
Gli attacchi di dolore all’occhio sono praticamente scomparsi e quando avvengono sento più un fastidio di durata di pochi secondi che un dolore acuto come in precedenza, ma permane sempre un sensazione di tensione nella zona dei trapezi e del collo , che in certi giorni arriva fino alla nuca e alle tempie.
Di conseguenza mi sono fatto vedere da un osteopata che dopo avermi visitato, mi ha detto che probabilmente questa tensione è dovuta al sistema nervoso e non alla postura ( soffro di scogliosi), avendo io spesso mani e piedi freddi e sudati ed essendo molto stressato in questo periodo.
Settimana scorsa mi è arrivato il bite che utilizzo di notte, gli attacchi di dolore e fastidio All occhio sono scomparsi, ma la tensione/pesantezza permane e circa una volta a settimana soffro di moderato dolore alle tempie.
Volevo chiedere se questa tensione può derivare da problemi di disordine cranio mandibolare ? E quindi se dovrei rivolgermi ad un Gnatologo. Oppure, se la tensione puo essere collegate allo stress o all’ansia più che alla postura ? Essendo quest’ultima sempre stata un mio problema.
Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
la tensione puo essere collegate allo stress o all’ansia più che alla postura ?
In generale si, sono entrambi fattori importanti

Dovrebbe controllare adeguatamente la regolazione del bite (è stata fatta?)

Dovrebbe intraprendere o continuare un'adeguata terapia comportamentale e fisioterapia per risolvere i problemi residui, peraltro mi pare molto più sfumati rispetto alle settimane precedenti
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it

[#2] dopo  
Utente 538XXX

Grazie mille per la risposta.
Ieri, ho fatto controllare il bite per non digrignare i denti di notte, che risulta essere regolato perfettamente. (Ho i denti anteriori abbastanza più alti dei denti posteriori nellarcata inferiore)
La tensione alla spalle e alla cervicale è quasi del tutto in via di remissione ,però il fastidio retrobulbare ritorna sporadicamente ogni 2/3 giorni. Inoltre una volta al giorno avverto dolore al tatto nella parte dx della testa ( chiamata erroneamente tempia nel precedente messaggio ) sopra l’orecchio e di fianco e di notte percepisco un leggere fischio nell’orecchio.
Potrebbe essere un disturbo cranio mandibolare? Il mio dentista non si occupa di questi disturbi.
Ho prenotato una visita gnatologica.
Spero vivamente di aver inquadrato il problema.