Utente 536XXX
un problema sorto dopo aver messo degli impianti ai molari e premolari inferiori e superiori. In pratica una tensione lievemente dolorante ma continua all'orecchio destro, sia davanti che dietro il lobo, anzi soprattutto dietro il lobo dell'orecchio, nessun acufene. Un fastidio che mi fa impazzire, al punto da prendere quotidianamente LORAZEPAM.
Sto vivendo un'odissea tra specialisti nessuno riesce a risolvere. In ordine otorino, fisioterapia, due gnatologi, due byte superiori, agopuntura, maxillo facciale, altro dentista,. . . . molta incompetenza.
non so più cosa fare.
chiedo un parere, grazie

[#1]  
Dr.ssa Orietta Pasdera

24% attività
12% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Buon giorno, un consulto senza visita è davvero un terno al lotto.."un problema sorto dopo aver messo degli impianti ai molari e premolari inferiori e superiori..una tensione lievemente dolorante ma continua all'orecchio destro"
E' importante capire se la riabilitazione implantologica è dallo stesso lato dx? Si può supporre che, se dallo stesso lato, la perdita di dimensione verticale legata all'edentulia abbia originariamente creato compressione e/o posteriorizzazione del condilo omolaterale con insorgenza di disturbi a carico dell'articolazione temporomandibolare peggiorati probabilmente dopo la seduta chirurgica perché costretto ad apertura per un lasso di tempo più o meno lungo.. le consiglio di valutare un bravo gnatologo che saprà darle conferma o meno all'ipotesi e curarla .Cordiali saluti
Dr.ssa Orietta Pasdera

[#2] dopo  
Utente 536XXX

Grazie per la cortese sollecita risposta.In effetti si, tutto è iniziato dopo l'ultimo intervento (fallito) infatti nella parte superiore sebbene abbia messo 3 impianti, alla fine ho dovuto mettere uno scheletrato! Gnatologi ne ho già visti 2 uno che preferisco non commentare, dopo i suggerimenti di mettere dei POST IT per ricordarmi di non serrare i denti! E l'altro (non faccio nomi) ma un grosso personaggio di un Ospedale di Milano, che mi ha fatto un antrocentesi, anzi 4 e un byte superiore che non risolve, anzi... Sono ormai due anni di calvario, posso avere un appuntamento da lei?

[#3]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
La corrispondenza temporale tra impianti ed insorgenza del dolore è fortemente suggestiva di disordine temporomandibolare. La causa quale potrebbe essere?
1) è stato troppo tempo senza i denti e si è creata una malocclusione;
2) le ceramiche (o i provvisori) hanno una masticazione non corretta.
Di sicuro la causa non sono gli impianti che sono inseriti nell'osso e non danno di per se nessun tipo di dolore (a meno che non sanguinino e siano mobili).
Cosa Le serve? un bite fatto bene. Si rivolga ad uno gnatologo
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Utente 536XXX

Grazie per la risposta Dr. Tonlorenzi, uno degli gnatologi a cui mi sono rivolto è il responsabile del reparto di Gnatologia di un noto ospedale di Milano, preciso questo perché non si trattava di un professionista improvvisato, ma comunque il byte che mi ha fatto non serve a nulla. Ho la sensazione che o lo scheletrato superiore o le ceramiche definitive inferiori siano troppo alti, se faccio scivolare la mandibola, non ho lo stop degli incisivi. Tutti gli gnatologi decantano il miracoloso byte, ma di fatto durante il giorno il byte non lo porto, non so nel mio caso che funzione abbia. Ho visto più di 10 professionisti in varie specialità, sono molto deluso. Infatti le sto scrivendo mentre una tensione insopportabile mi tira dietro l’orecchio e questo succede da due anni...

[#5]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Lei riferisce un difetto di masticazione o di protesi e che uno gnatologo famoso non è riuscito a risolverlo, ne senta un altro.
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Utente 536XXX

Dott. Tonlorenzi, Lei ha assolutamente ragione, ed è quello che farò....però che un aspetto che MAI viene preso in considerazione dai Medici, ed è l'aspetto economico che deve sopportare il paziente. Sembra ovvio, banale,..forse. Andrò da un altro professionista certo, il problema lo voglio risolvere. Ma quando tolgo il bancomat dal mio portafoglio penso anche a quanti soldi ho buttato e quanto ho sofferto e soffro a causa dell'imperizia di medici. (per fortuna non molti...)
Ho letto di Lei e della Sua stimata professionalità e competenza soprattutto nei problemi di atm e in questo momento avrei voglia di essere nel suo studio per risolvere il problema. Abito a Milano, venire da lei non è molto agevole da raggiungere...ma probablimente ci incontreremo.
Le confesso che era già sulla mia lista di professionisti da contattare, Lei e il Dott. Bernkopf.
Grazie

[#7]  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
La ringrazio della stima, devo dirle che l'ultima paziente che ho trattato prima di andare in ferie veniva da molto più lontano.
Saluti
https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum