Utente 514XXX
Ho 33 anni e da sempre ho un problema di doppia chiusura, nel senso che i denti si chiudono o solo a destra o solo a sinistra, la doppi chiusura è molto marcata nel senso che se chiudo da un lato a livello dei primi molari dall'altro lato lo scostamento è di circa 5 mm rispetto alla chiusura giusta. Ora sono in cura da un dentista presso una clinica dentale per qualche otturazione e qualche corona. Il dentista mi ha consigliato una visita ortodontica, e mi ha detto che è vivamente consigliato risolvere il problema. L'ortodontista della stessa clinica mi ha proposto però una soluzione non convincente e così ho deciso di sentire altri due pareri.

I pareri dei tre ortondotisti sentiti sono però discordanti.

L'ortodontista della clinica dove sono in cura mi ha consigliato di sistemare la chiusura, comprendendo nella terapia anche una estrazione di uno degli incisivi inferiori e poi per fare spazio alla semiarcata inferiore (che potrà chiudere più in avanti) allargare gli incisivi superiori, si creerebbero così degli spazi da riempire con composito. Non ho accettato questa terapia soprattutto perchè il composito dura 5 anni e questo mi costringerebbe a spese dentistiche ricorrenti. Questo ortodontista mi ha detto che se non mi curo andrò incontro in futuro a problemi dell'articolazione della mandibola.

Un secondo ortodontista, mi propone come soluzione l'allargamento di tutta la semiarcata inferiore senza estrarre nessun dente.

Un terzo ortdotontista, invece mi dice che non è detto che con la cura ortodontica migliori la situazione , anzi potrebbe essere questa a innescare problemi e mi sconsiglia la cura riducendo la malocclusione alla mia età a un problema solo estetico. Dice nonostante la doppia chiusura non è detto che possa avere problemi in futuro e che potrebbe anzi l'intervento ortodontico squilibrare equilibri che ormai si sono instaurati in un certo modo ed essere eventualmente responsabile di problemi. Nel caso volessi l'intervento questo professionista mi consiglia di indossare un bite per sei mesi per verificare prima di intervenire se il futuro assetto dei denti non creerà problemi, affermando che probabilmente lasciando lo stato di fatto non ce ne saranno.

I pareri sono discordanti e non so a chi dar credito, ovviamente sentirò altri ortodontisti. Chiaramente le opinioni del primo e del terzo professionista sono contrastanti; a chi dar credito?

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Bisogna capire il motivo della "doppia" chiusura,se correlata a malocclusione,perdita di elementi dentali,
pregressi trattamenti protesici o ortodontici incongrui,eventuali molaggi selettivi.Il discorso è molto complesso,ma è necessaria una diagnosi.
È necessario inoltre conoscere se ha sintomi disfunzionali temporo-mandibolari. In tal caso questi vanno trattati prima di procedere ad un trattamento irreversibile come l'Ortodonzia e la protesi.
Le invio un link informativo,legga e veda si riconosce nei sintomi


https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-e-dolore-facciale.html


Se ha domande chieda pure



Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 514XXX

Unico sintomo leggero scricchiolamento nell'articolazione della mandibola , solo se apro molto la bocca, ho ricevuto molteplici cure odontoiatriche e mi manca un elemento dentale ( un secondo molare) ma non sono queste le cause della doppia chiusura che ricordo avere sempre avuto anche quando avevo tutti denti sani 15 anni fa. Ortodonzia non l'ho mai fatta.

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Il click è un segno del TMD,altri sintomi lei li ha esclusi,ma comunque prima di procedere è il caso di fare una valutazione gnatologica,valutare eventuali precontatti dislocanti,ecc..A lume di naso propenderei,ovviamente previo studio accurato del caso,a dar ragione a chi ha proposto un bite.Forse ha intravisto, visitandola,qualcosa su cui riflettere prima di intraprendere l'Ortodonzia.
Chieda a lui ulteriori informazioni.


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia