Utente 220XXX
Salve Dottore, la contatto per esporle la mia situazione.Mi scuso anticipatamente per la schiettezza. Nella mia vita sono capitate due situazioni a rischio. Nel mese di settembre 2010 ho messo due dita della mano destra nella vagina di una prostituta,( ricordo non aver toccato niente altro con quelle dita,infatti sapevo, per quanto incosciente fossi stato, che in qualche modo erano contaminate, infatti tornato a casa dopo un oretta penso, ricordo che le sciaquai bene) poi ad ottobre 2010 ho avuto un rapporto non protetto con un'amica di un mio amico, partner occasionale, ma mi disse che era stata fidanzata per un bel po di tempo quindi spero che non abbia avuto una vita sessuale troppo promiscua (rapporto penetrativo solo vaginale, non ho sentito dolori forti, ne visto sanguinamenti da parte mia, con la bocca non ho fatto niente fortunatamente), tra l'altro so che questa ragazza è in buona salute visto che la ho tra gli amici di facebook. Verso agosto di quest'anno mi sono sorti dei dubbi perciò ho fatto due test per l'hiv presso un centro diagnostico privato (quello che costa 15 euro), uno il 4 agosto 2011 e uno il 31 agosto 2011. Entrambi i test sono risultati negativi, però vorrei un suo parere: ho sentito che 5 anni fa gli infermieri che si pungevano con aghi infetti facevano un test a distanza di 6 mesi e uno a distanza di un anno. Devo ripetere il test a fine settembre per far passare un anno secondo lei? Non le nascondo che l'episodio che ultimamente mi fa piu preoccupare è quello di aver messo due dita nella vagina della prostituta. La ringrazio anticipatamente per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

ha avuto un rapporto a rischio (vaginale non protetto) nell'ottobre 2010, ma i tests fatti il 4.8.11 e il 31.8.11 (a distanza di 10-11 mesi) sono risultati negativi.
Non ha nulla da preoccuparsi, perché il periodo finestra dell'HIV, con le attuali metodiche di laboratorio, è di 3 mesi.

Quanto all'episodio delle dita messe in vagina, le ribadisco che non è a rischio di HIV; i contatti cutanei con la vagina espongono ad altri rischi, come il papilloma virus, herpes, eccetera.

http://www.medico-legale.it/sesso_aids.html
https://www.medicitalia.it/minforma/igiene-e-medicina-preventiva/516-rapporti-sessuali-aids-misurare-rischio.html

http://www.medico-legale.it/aids_MTS.html
https://www.medicitalia.it/minforma/igiene-e-medicina-preventiva/517-aids-dintorni-malattie-trasmissione-sessuale-mts.html

Cordiali saluti
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 220XXX

La ringrazio immensamente dottore! quindi come lei hadetto ho rischiato il papilloma virus, l'herpes, eccetera....avrei dovuto avere qualche sintomo fin'ora? devo/posso fare qualcosa? Preferisco evitare l'autodiagnosi via internet. La ringrazio anticipatamente per la professionalità e l'impegno.

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
no, ormai non deve fare nulla
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#4] dopo  
Utente 220XXX

Un ultimo dubbio stupido dottore mi scusi ancora. Nel periodo tra Novembre 2010 e Gennaio 2011 (non ricordo bene quando), periodo immediatamente successivo a quell'evento a rischio, mi capitò di avere un giorno di influenza. So che i test sono risultati negativi e che non ho niente di cui preoccuparmi, ma le chiedo: un giorno di influenza può essere considerato, in generale, come sintomo precoce di HIV? La ringrazio ancora una volta per la sua cortese attenzione.

[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
non capisco perché continua ad essere preoccupato
ha fatto due test a distanza sicura e sono risultati negativi

solo questo conta

inoltre, deve sapere che il contagio da HIV è generalmente asintomatico
cioè non vi sono sintomi precoci rilevabili
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#6] dopo  
Utente 220XXX

La ringrazio ancora per queste importanti precisazioni. Le vorrei fare però una domanda di pura igiene quotidiana. Un oggetto non visibilmente sporco di sangue o sperma può essere ritenuto contaminato? Quello che voglio dire è : se un oggetto, una superficie, non è visibilmente sporca di liquidi biologici come sangue, sperma, ecc... può nascondere comunque una quantità invisibile di virus sufficente per il contagio? Ad esempio, una superficie sporca di sangue, che poi viene pulito con un panno, contiene ancora quel poco di sangue contenente a sua volta una carica virale che può trasmettere il suddetto virus dell'HIV se viene a contatto con ferite,ecc....? Mi rendo conto dell'assurdità della domanda, ma la ringrazio ancora una volta per l'attenzione che mi dedica.

[#7] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
no, tranquillo, nulla di tutto questo,
a meno che non si venga a contatto con fiumi di sangue
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#8] dopo  
Utente 220XXX

un ultima cosa dottore mi scusi : feci i prelievi di sangue per il test HIV la mattina al centro diagnostico, ma i risultati furono pronti il giorno stesso, li andai a ritirare nel pomeriggio tutte e due le volte. Possibile che i risultati siano pronti nell'arco di 8 ore? non sono esami che richiedono più tempo?

[#9] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
no, non c'è nulla di strano
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#10] dopo  
Utente 220XXX

il fatto che prima dei due test non ho mangiato ne bevuto niente dalla mezzanotte del giorno prima influisce in qualche modo sul risultato del test?

[#11] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
no, non influisce in alcun modo
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#12] dopo  
Utente 220XXX

dottore mi scusi...ho letto una cosa che ha preoccupato un po' sul sito dell'azienda ospedaliera di bologna:

http://www.aosp.bo.it/dirosp/guida_virus_ematici_gisio1a.html#_Toc433087896

"* Periodo di incubazione: dopo l'avvenuto contatto con l'HIV esiste un periodo detto di "finestra immunitaria" che normalmente è di pochi mesi e massimo un anno, nel quale non si riscontrano anticorpi anti-HIV nel sangue."

qua parlano di un anno dottore, e la cosa mi preoccupa un po'. Inoltre vorrei sapere: ci sono malati di hiv che sono morti per l'insorgere dell'aids nonostante le cure e le terapie mediche? So che l'hiv non si vince con le medicine, ma le varie terapie evitano la morte?


e su questo sito http://www.propositiv.bz.it/34d133.html
ho letto "Che cosa si intende per periodo di incubazione?
S'intende il tempo trascorso tra il contagio e le manifestazioni cliniche evidenti della malattia conclamata. L'infezione da HIV e' caratterizzata da un tempo di incubazione molto lungo e molto variabile da persona a persona (anni)." dottore scusi le manifestazioni cliniche evidenti sarebbero i test? qua si parla di anni.

[#13] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
nel sito da lei citato si parla di un periodo-finestra di 6 mesi, ma con i più recenti tests tale periodo si è accorciato a 3 mesi
consideri, però, che già un test fatto dopo 30 giorni dà una sicurezza di negatività del 95-97%; le pare poco?
il test a tre mesi lo si fa solo per avere una sicurezza al 100%
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#14] dopo  
Utente 220XXX

quindi lei mette la mano sul fuoco sul fatto che sono sano, la ringrazio.

[#15] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
I tests fatti il 4.8.11 e il 31.8.11 (a distanza di 10-11 mesi) sono risultati negativi?
TRANQUILLO!

a meno che nel frattempo non abbia avuto dei rapporti a rischio
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#16] dopo  
Utente 220XXX

assolutamente no, anzi ci vorrà del tempo prima che riprenda la voglia di avere un rapporto sessuale (seppur protetto) mi sà. Grazie ancora per le rassicurazioni dottore

[#17] dopo  
Utente 220XXX

mi scusi ancora dottore, mi sento tranquillo per le sue rassicurazioni però non vorrei male interpretare questo paragrafo del sito http://www.propositiv.bz.it/34d133.html :
"Che cosa si intende per periodo di incubazione?
S'intende il tempo trascorso tra il contagio e le manifestazioni cliniche evidenti della malattia conclamata. L'infezione da HIV e' caratterizzata da un tempo di incubazione molto lungo e molto variabile da persona a persona (anni)".

Quando dice "le manifestazioni cliniche evidenti della malattia conclamata" cosa si intende? positività ai test (che è l'interpretazione che mi preoccupa)? oppure si intendono sintomi fisici come malessere,ecc.... Cioè non vorrei che questo sito affermi che ci vogliono anni per essere positivi al test. E poi vorrei rassicurazioni sul tema della sieroreversione. La ringrazio ancora per l'attenzione dottore ma devo rimuovere questi piccoli pensieri angosciosi, ormai il peggio è passato fortunatamente.

[#18] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
non capisco perché continua a girare attorno ad una questione che per lei non si pone, dato che a distanza di 10-11 mesi da un rapporto vaginale non protetto ben due test sierologici sono risultati negativi

il periodo di incubazione della "malattia" AIDS riguarda solo coloro che hanno contratto una "infezione" da HIV, e non è questo il suo caso

per capirci meglio
ci vogliono al massimo 3 mesi (= periodo finestra) per sapere se si è diventati sieropositivi da HIV (= infezione)
ma una volta diventati sieropositivi l'AIDS (=malattia) può manifestarsi anche dopo molti anni
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#19] dopo  
Utente 220XXX

Perfetto dottore la ringrazio di tutto, del supporto e della cortesia! Ancora complimenti per il sito

[#20] dopo  
Utente 220XXX

dottore mi scusi ho due piccoli eczemi lati della bocca, sono canali per il virus per caso? Se è così mi metto dei cerotti e vedo come si curano....o posso infischiarmene e aspettare che passino da soli? li ho da un po di mesi, da quando sto usando un sapone per la pulizia del viso visto che faccio una cura anti-acneica, forse può dipendere da quel sapone visto che cola sempre del sapone su quei punti della bocca dove ho gli eczemi. Però la cosa strana è che l'anno scorso usavo lo stesso sapone e non ricordo di aver mai avuto eczemi

[#21] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
attenzione, mi pare di averle risposto in tutti i modi e in maniera esauriente
ma lei continua a girarci attorno con dubbi improbabili
questo consulto non può durare all'infinito
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it