Utente 128XXX
Salve gentilissimi dottori....... un piccolo quesito che forse avranno proposto milioni di utenti. Ma come ben sapete la psiche in quest'ambito gioca ahimè un ruolo fondamentale......... Quanto posso stare tranquillo dopo un test 4generaz. effettuato in un centro specializzato come il San Gallicano di roma a 20 giorni dal rapporto a rischio e ripetuto sempre nella medesima struttura dopo 75 giorni????La domanda non viene dalla paranoia (anche se c'è ovviamente) ma dalla sintomatologia che non mi abbandona. Uno sfogo cutaneo sui lati del tronco....stanchezza e sonnolenza e grandi sudate notturne. Se leggete i miei precedenti post (aiuto troppe cose strane)ho davvero una gran confusione in testa.... Mi hanno detto di aver scongiurato il peggio con quella tempistica anche perchè dopo il primo test a 20 giorni ho rifatto test sifilide in lab. privato risultando BORDERline etc etc trovato strano dai meravigliosi dott.ri del san gallicano e ripetuto insieme hiv (75giorni) risultando NEGATIVO a tutti e due..... sospiro di sollievo???ma de che mi chiama la mia ultima compagna positiva al hpv si riparte.... faccio test anche io anche se dopo ulteriori visite non presento nulla di visibile ora attendo risultati...... poi gran finale in concomitanza dopo aver ritirato test a 75 giorni insisto con la Dott.ssa per fare un giro completo di accertamenti. Emocromo - ves - emoglobina - epatite B e C e Test innovativo per Tubercolosi...... a quest'ultimo POSITIVO sono crollato corro subito dalla dott.ssa che mi prescrive esame urine con ricerca specifica e esame dell'espettorato perchè potrebbe essere uscirto fuori solo un contatto con l'infezione e non sia malattia in atto...lastra al torace in 2p tutto ok... niente catarro.... capisco che è un gran casino ma vi prego un vostro parere sarebbe davvero apprezzato. Mi verrebbe di pensare di non poter stare tranquillo con i test e tutto questo caos sia dovuto proprio al'hiv..... vi prego AIUTO

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

Ha fatto due test per l'HIV, a 20 e a 75 giorni, entrambi negativi; sono test molto affidabili.

Per la tubercolosi, non dice che tipo di test ha fatto (un test sierologico sul sangue?); comunque, il test va interpretato nel contesto della sua situazione clinica generale; è un buon segno che la radiografia del torace sia negativa. Come dice la dottoressa che la segue, il test positivo potrebbe essere solo un segnale di semplice contatto con il bacillo della tubercolosi ma senza sviluppo della malattia.
Continui ad affidarsi ai suoi medici, che la stanno seguendo in modo corretto.

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 128XXX

Allora dott. il test è il QUANITFERON ma non mi è chiara la teoria tra il bacillo e la malattia vera e propria (ci mancava quest'altro pensiero).
Grazie infinitamente per il suo parere in un periodo così confuso è oro per me!!!!!! Ma la prego dottore sto avendo delle patologie che mi fanno rabbrividire come il "mughetto" alla bocca, problemi gastro-intestinali e altri sconvolgimenti che potrebbero essere attribuiti al mio sconvolgimento mentale ormai da mesi.... non dormo più come prima!!!Tutto mi fa pensare al maledetto hiv ma le chiedo...... se fossi stato contagiato e ho già le conseguenze di "infezioni opportunistiche" il test non sarebbe negativo a 75 giorni o no?????? Poi dalla sua esperienza le volevo chiedere quanto uno sconvolgimento psichico può dar luogo ad un abbassmento delle difese immunitarie e conseguentemente portare a questi disturbi.......... grazie anticipatamente per la sua disponibilità e professionalità!!!!

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Certamente la psiche può interferire.

Può precisare che tipo di rapporto sessuale ha avuto da averla spinta ad effettuare in test HIV?
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#4] dopo  
Utente 128XXX

Caro dott.re la mia vita sessuale negli ultimi anni è stata del tutto sconsiderata....... ho avuto rapporti con molte donne "normali" ma ovviamente non conosco il loro quadro clinico e sempre senza usare precauzioni quindi potenzialmente tutti rapporti a rischio.............. il tutto è iniziato a fine luglio quando sono risultato positivo alla Chlamidia da lì la pazzia.... se mi sono preso questa mi sono preso tutto!!!!!!!!!!Il resto della storia è scritta nei vari post....... il dubbio più grande anche se le altre storie non sono da meno c'è in un rapporto orale passivo senza protezione praticato su di me da una prostituta a metà luglio....... dopo un altro rapp a rischio con una donna i primi di agosto dopodichè astinenza completa fino ad oggi. Quindi i 75 giorni del secondo test partono dai primi di agosto........ lo so è una casino ma le sarò grato infinitamente se in tutto questo caos mi possa dare delle delucidazioni. Grazie ancora

[#5] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente

avendo avuto rapporti non protetti, sono tutti a rischio.
Solo il rapporto orogenitale è stato a basso rischio, per i motivi che le sono stati spiegati (la saliva contiene una carica virale non sufficiente ad infettare).

Per l'HIV i due test che ha fatto sono affidabili.
Se proprio vuole stare tranquillo per l'HIV (anche se già sicuro al 100%), può fare un terzo test ai 180 giorni.

Il fatto che abbia preso la Chlamidia non significa che debba per forza avere preso altre malattie a trasmissione sessuale.

In ogni caso, faccia tesoro di questa paura, evitando assolutamente d'ora in avanti rapporti non protetti.

Cordiali saluti.

Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#6] dopo  
Utente 128XXX

Ci mancherebbe dottore dopo questa paura......... ma le altre sintomatologie che lamento possono essere attribuite ad uno squilibrio psichico e successivamente fisico???????
E lei cosa mi consiglia di ripetere il test dei 75 giorni a 100 o arrivare direttamente ai famosi 180 giorni........ se ha seguito tutta la mia storia tra i vari post....... è stata davvero una diabolica congiura per farmi impazzire....... lei mi può confermare che se l'hiv avesse già indebolito il mio sistema immunitario facendo insorgere ulteriori infezioni come minimo il test a 75 giorni sarebbe stato POSITIVO??????? Grazie infinitamente

[#7] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Secondo me se si fosse contagiato dall'HIV, il test ai 75 giorni sarebbe risultato positivo.

Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#8] dopo  
Utente 128XXX

grazie dottore per il suo parere......... se qualche altro dottore vorrebbe dire la sua.............. tanto di guadagnato!!!!! Che ne dice caro Dott. CORCELLI poniamo il quesito anche a qualche suo collega Dermatologo???? Sempre senza togliere nulla al suo preziosissimo supporto........... magari solo per avere una risposta più tecnica e dettagliata............ tutto qui!!!!!!!!! Grazie