Utente 749XXX
Salve, sono una donna di 34 anni che soffre di ansia e ipocondria. Questo week end da noi è morta una ragazza di 26 anni per mmeningite fulminante di origine batterica. Io non la conoscevo e non ho mai avuto contatti con lei ma il marito della mia collega lavorava insieme. Io da quando è successo non chiudo occhio e ho il TERRORE di prenderla, mi sento il collo rigido, il mal di gola, febbre (che non ho) e senso di vomito (tutti sintomi descritti dal giornale sulla ragazza). Volevo chiedere è così facile prenderla? E come si prende? O meglio ci devono essere dei fattori particolari per contrarla? Quando ci si deve spaventare? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli

32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
la meningite batterica fulminante è spesso dovuta a meningococco.
L'infezione è molto rara ed i casi sono limitati a piccole epidemie.
In ogni caso è sufficiente assumere Ciprofloxacina o Rifampicina per tre giorni per profilassi ( protezione dall'infezione).
La profilassi è però indicata solo per i contatti stretti (ad esempio parenti conviventi) con i pazienti affetti e non per l'intera popolazione.

Cordiali Saluti
Dr. Roberto Chiavaroli

[#2] dopo  
Utente 749XXX

Grazie Dottore per la risposta ormai non ci speravo più...io la ragazza non la conoscevo e non ho mai avuto contatti con lei...la meningite della ragazza era dovuta a meningococco...quanto resta in incubazione? E ci sono possibilità che sia ancora nell'aria? Quello che non capisco è come possa averla presa...scusi ma sono molto ansiosa e questi giorni vivo con il terrore di prenderla...
P.S. sarà solo ipocondria?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli

32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Cara Signora, da quello che mi dice
lei non ha nessun rischio di contrarre l'infezione.
La meningite da meningococco, infatti, si trasmette solo da contatto diretto con persone ammalate vivendo sotto lo stesso tetto o permanendo per alcune ore in locali non areati con una persona ammalata o pochi giorni prima che si ammali. Lei non ha quindi possibilità di essersi infettata mentre suo marito potrebbe essere stato contagiato qualora avesse soggiornato per almeno 4 ore presso lo stesso luogo di lavoro ( scuola, ospedale, ufficio etc..). La maslattia non può essere trasmessa per via indiretta ma solo da un portatore dell'infezione.

Cordiali Saluti
l'incubazione è di 7 giorni.
Dr. Roberto Chiavaroli