Utente 575XXX
Gentilissimi Dottori, cercherò di riassumere qualche anno di problemi in poche righe. Non sarà facile, ma ci proverò.
Mi chiamo Luca, ho 36 anni e da ormai 4 anni accuso disturbi che ancora nessun medico mi ha saputo spiegare e tantomeno curare. Ve li elenco, per semplicità.
Sintomi dermatologici: orticaria cronica che si manifesta con ponfi isolati (2-3 al giorno e non tutti i giorni) e solo al viso. Altre strane dermatiti che compaiono saltuariamente e che scompaiono dopo 3-4 giorni. Prurito diffuso in tutto in corpo e particolarmente sul viso. Pelle secca. Cute ipersensibile. Dermografismo.
Sintomi gastroenterici: episodi frequenti di diarrea, feci sempre malformate e poco consistenti, dolori addominali frequenti, meteorismo (molto), eruttazioni dopo aver mangiato qualsiasi cosa, gonfiore addominale.
Sintomi immunitari: ige 227,8, allergia provata con prick test a 14 agenti inalanti su 16 testati.
Sintomi psicologici: irritabilità, sbalzi d’umore, spossatezza, stanchezza, sonnolenza post prandiale notevole bruxismo (sia diurno che notturno).
Dopo visite, consulti, pareri discordanti, esami, centinaia di euro spesi, ho deciso di fare di testa mia.
Ho ricercato tutti i miei sintomi su internet (sperando potesse esserci un’unica causa) e ho trovato questa: PARASSITI INTESTINALI.
Mi sono quindi recato in un laboratorio privato della mia città per un esame parassitologico delle feci e la risposta è stata: presenza di uova si schistosoma (trematodi).
Mi sono allarmato e ho chiamato subito il mio gastroenterologo, il quale mi ha detto che secondo lui era impossibile, non essendomi mai recato in paesi e in situazioni dove è possibile il contagio con tale parassita. Mi ha invitato a ripetere gli esami presso il laboratorio di malattie infettive dell’ospedale regionale di Ancona. Ho portato 3 campioni di feci di 3 giorni consecutivi e le analisi hanno dato tutte esito negativo. Mi sono quindi rivolto di nuovo al laboratorio della mia città per un chiarimento e la dottoressa che ha eseguito il primo esame (al microscopio) ha ribadito di essere sicura di quello che aveva trovato nel primo campione (mi ha detto: “forse avrò sbagliato a riconoscere il tipo di parassita, ma delle uova c’erano… sono certa”). Ho ripetuto l’esame presso lo stesso laboratorio su un altro campione e questa volta è risultato negativo.
Ho deciso quindi di abbandonare quella strada, pensando fosse stato tutto un grossolano errore.
Da allora (2 anni fa) ho eseguito: esami del sangue (fuori norma ige 227,8 – transaminasi gpt 54 – ematocrito e emoglobina (leggermete sotto la norma)). Il resto ok.
Ho fatto gli esami per la celiachia, le intolleranze alimentari (non sono riuscito a mettere in relazione i miei problemi con nessun cibo – nemmeno tenendo un diario di ciò che mangio – non bevo alcolici e ho provato anche diete ad eliminazione), ecografie addome, gastroscopia, copro cultura, radiografie torace e ortopantomografia, tutto alla ricerca della causa di questi ponfi e questi problemi digestivi. Nulla. Non risulta nulla.
Ora brancolo nel buio. Nessuno sa aiutarmi ma io sto male.
Alcuni mi dicono che è tutto un fatto di stress, ma io sono convinto che il problema sia fisico. Sto male anche quando sono calmo e a riposo (anzi, mi vengono ancora più ponfi). Ho fatto anche cure con Spasmomen, Lexil, Levopraid, Legalon, Xyzal… ecc… Nessun risultato.
La domanda che vi pongo (sperando di non avervi annoiato) è questa:
Può aver senso insistere con la teoria dei parassiti con questa sintomatologia? E’ possibile che ci siano ma siano sfuggiti agli esami che ho fatto in Ancona e che avesse ragione la dottoressa del laboratorio? Magari che non fossero uova di schistosoma ma di qualcos’altro di più “semplice” da contrarre? Cosa posso fare?
Vi prego di rispondermi al più presto. Ho davvero bisogno di aiuto. Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Angelo Salvatore Ferrari

24% attività
0% attualità
12% socialità
COSENZA (CS)
CIRO' MARINA (KR)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Per escludere l'infezione intestinale è necessario eseguire tre esami parassitologici consecutivi perchè potrebbero esserci dei falsi negativi
Dr. Angelo Salvatore Ferrari
http://dermatologiaferrari.docvadis.it

[#2] dopo  
Utente 575XXX

Ringrazio il Dr.Ferrari per avermi risposto.
L'esame su 3 campioni consecutivi infatti è quello che mi hanno fatto fare ad Ancona e a loro è risultato tutto negativo.
Quindi dovrei abbandonare l'ipotesi?
Ma quali altre problematiche potrebbero dare gli stessi sintomi della parassitosi?
Su cosa potrei indagare? Che altri esami potrei fare per venire fuori da questo tunnel?
Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Angelo Salvatore Ferrari

24% attività
0% attualità
12% socialità
COSENZA (CS)
CIRO' MARINA (KR)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
dato il precedente esame positivo ripeterei l'esame parassitologico per tre volte consecutive presso un altro laboratorio e ripeterei questi semplici esami ematochimici : glicemia, uricemia ,bilirubina, tas, IgE, ANA,FT3,FT4,TSH. In attesa degli esiti potrebbe assumere una compressa al giorno di Kavans,integratore alimentare a base di scutellaria balcalensis, che contribuisce al mantenimento di uno stato fisiologico di calma e tranquillità . Alla luce degli esami si potrà prendere in considerazione l'idea di intervenire anche con terapia omeopatica.Mi faccia sapere inoltre se avverte prurito quando fa la doccia.
Dr. Angelo Salvatore Ferrari
http://dermatologiaferrari.docvadis.it

[#4] dopo  
Utente 575XXX

Grazie Dottore. Provvederò al più presto a ripetere gli esami che mi ha consigliato e le riporterò i risultati.
Ho già fatto qualcuno di questi recentemente.
Glicemia, uricemia, FT3, FT4 e TSH erano nella norma.
IgE a 227,8 (allergia > 100).
Non ho mai eseguito tas, ANA e la bilitubina era a posto, ma un paio di anni fa.
Dimenticavo una nota.
Il gastroenterologo mi ha fatto fare la ricerca di anticorpi per il virus di epstein barr e per il citomegalovirus. Ho valori altissimi delle IgG di entrambi, ma non delle IgM.
Il dottore mi ha detto trattarsi di infezioni pregresse (non me ne sono mai accorto di avere avuto queste malattie) e non mi ha dato nessuna cura.
Ho letto che il virus di epstein barr soprattutto può rimanere latente nell'organismo...
Per rispondere alla sua domanda, no, non avverto prurito quando faccio la doccia.
Grazie.