Utente 172XXX
Buonasera , sono un ragazzo di 21 anni.
Nel dicembre del 2004 ho contratto il virus di epstein barr e quindi la mononucleosi scambiandolo per una normale influenza,da quel giorno non sono più stato bene.
Ho scoperto che era monunucleosi mesi dopo per delle analisi del sangue che rivelavano gli anticorpi specifici.
Da allora ho sempre malessere,stanchezza,mal di testa ,mal di gola,linfonodi nel collo(fastidiosi) e nel linguine ,all'inizio pensavo: passerà, ma ora sono quasi tre anni in questo stato che limita di parecchio le mie attività studio sport ecc..
Volevo sapere se qualcuno poteva aiutarmi.
Grazie a tutti attendo risposte

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
La certezza di mononucleosi si ottiene dimostrando la comparsa di IgM a ridosso dell'espisodio clinico, assieme alle alterazioni nell'emocromo e delle transaminasi. "Mesi dopo" si dimostrano le sole IgG, che non possono dire quando esattamente c'e' stato il contagio - la mononucleosi e' ubiqua, arrivando all'eta' adulta piu' o meno l'abbiamo contratta tutti.

Detto questo, la letteratura riporta periodi di astenia protratta ("anche per un anno") nella convalescenza di mononucleosi. Qui gli anni sono quasi tre - un po' troppi. Di tutti i disturbi generici che tu lamenti, l'unico che sollecita attenzione e' la poliadenopatia persistente, che merita di essere rivalutata da un clinico infettivologo o ematologo. Peraltro in un ventenne ci puo' stare ancora una reattivita' protratta del sistema immune, con linfocitosi e congestione linfonodale dei distretti piu' sollecitati.


Come proporre correttamente quesiti online relativi ad analisi di laboratorio:
http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42830