Utente 301XXX
Buongiorno, comincio ad essere preoccupato per i miei sintomi in quanto da circa 4 mesi non sto molto bene.
Tutto è iniziato con un fortissimo mal di gola, che ho curato con clavullin. Poi mi è venuto un ascesso ad un molare, curato anche questo con clavullin. Dopo un mese mi ritorna il mal di gola curato inizialmente con augmentin ( ma subito sospeso per rezione cutanea - orticaria) e quindi curato con un altro antibiotico.
E siamo a marzo. Comincio a sentirmi dolori al torace e quando corro faccio un po' più fatica a respirare, oltre che quando faccio un paio di rampe di scale, ed inizio a tossire (tosse secca).
Torno dal medico che mi visita la gola per la seconda volta, mi ausculta i polmoni, mi preme i linfonodi e mi dice tutto ok, sei testo come una corda di violino è ansia al 100%.
Ora mi ritrovo con questo fastidio sul lato dx della gola (forte da un paio di giorni, con dispnea (non costante, a volte) e tosse che da secca è diventata grassa, (solo di giorno niente di notte e qualche colpo di tosse nel giro della giornata), e dolori toracici nella schiena soprattutto nella parte bassa ai lati del costato (anche questi non costanti).
Insomma sono da buttare... quello che mi chiedo è se l'ansia può causare tutti questi sintomi che il medico (che mi conosce da una vita) mi dice che sono psicosomatici.. ma io sto male lo stesso.
Grazie di cuore per il servizio che offrite

[#1]  
Dr. Luca Gagliardi

20% attività
0% attualità
0% socialità
CHIVASSO (TO)
IVREA (TO)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
buongiorno

prima di fare qualsiasi ipotesi le suggerirei di fare alcuni esami di "primo livello", ovvero ematochimici di routine (emocromo, ves/pcr, funzionlità renale, epatica eccetera), Rx torace, spirometria, un tampone faringeo e magari una visita pneumologica.
Per il resto non si butti!

luca gagliardi
Dr. Luca Gagliardi, Specialista in Malattie dell'Apparato Respiratorio, Master Univ. di II livello in Malattie Rare

[#2]  
Dr. William Pedroli

20% attività
0% attualità
0% socialità
BAREGGIO (MI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
Ha ragione il suo medico di famiglia, troppi sintomi scollegati tra loro, difficile trovare un senso comune, quindi visto che il suo medico la conosce si fidi di lui e ragioni sul suo stress