Utente 166XXX
Salve, mi è capitata la disavventura di capitare da un dentista abusivo.
Non lo sapevo. Poco dopo, sono venuta a sapere che aveva già chiuso il suo studio per insufficiente sterilizzazione degli strumenti e appunto abusivismo.

Quello che ho fatto da lui è stato:
sondaggio parodontale, visita e basta.
Le gengive quindi hanno sanguinato.

E' molto alto il rischio di epatite c con queste modalità?
All'atto pratico, gli strumenti erano già sul riunito. Quindi non li ha scartati davanti a me.
Se fossero stati usati da un paziente poco prima, con l'epatite c, in particolare la sonda che è penetrata nelle gengive, c'è un rischio alto?
Il test hiv che ho eseguito è negativo e sono vaccinata per l'epatite b.

Grazie. Sono preoccupatissima!!!

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
il rischio non è alto per la labilità del virus e per il fatto che il tempo tra un paziente e l'altro dovrebbe essere stato breve, ma c'è
le giro la domanda ai colleghi delle malattie infettive più esperti nello specifico
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it