Utente cancellato
Biongiorno, ho fatto la fesseria di andare con una prostituta, in particolare di colore. La ragazza mi ha praticato una fellatio con preservativo. Mi ha fatto eiaculare. Ho tolto il preservativo e mi sono pulito con un fazzoletto. Mi ha continuato a masturbare per farmi eccitare ancora. Ho rimesso un altro preservativo e ho avuto un rapporto penetrativo per pochi minuti perchè l'erezione calava. Ho interrotto senza di nuovo avere l'orgasmo e mi sono tolto il preservativo. Era buio e non ho controllato se il preservativo fosse integro, ma mi pare di si.
A casa mi sono lavato con acqua e sapone.
Spero tanto sia uno scrupolo inutile ma mi è venuto il dubbio se c'è la possibilità di aver contratto Hiv, in particolare, senza essere razzista, perchè la ragazza viene dal continente africano che è più colpito dal virus, quindi penso sia più probabile che una prostituta che viene da lì ne sia affetta. Spero ovviamente per lei e per me di no.
Sono passate quasi 4 settimane e mi sta salendo la paura. Ho paura che durante la fine dell'erezione il preservativo non coprisse bene fino alla base del pene, o che sfilandolo abbia toccato il preservativo esternamente e poi mi sia strofinato gli occhi, o che la ragazza avesse le mani sporche da altri o qualche taglio sulle mani mentre mi masturbava e mi abbia toccato il glande. Spero sia improbabile ma vorrei stare tranquillo di non aver contratto nulla.
Ho letto molte cose ma non ho capito una: se non ho sintomi di alcun tipo, neanche un raddreddore o un dolore tra le 3 e le 6 settimane dopo il rapporto, è assolutamente escluso un contagio? E quindi neanche devo fare il test? Oppure può non esserci nessun sintomo in seguito a contagio da Hiv?
E' meglio andare subito a fare il test? E poi passati 3 e 6 mesi? Dal rapporto sono passati 25 giorni. Sono 25 giorni che sto attento a quello che tocco in casa. Sono single e vivo con i miei, ho 26 anni. In ospedale a chi devo dire di voler fare il test Hiv? Alla portineria del reparto Malattie Infettive? Mi scoccia dirlo non a un medico. Avevo pensato di prenderne uno FaiDate su internet dall'America. E' lo stesso?

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, lasci perdere il fai da te e si rivolga al reparto di Malattie infettive di un Ospedale della sua città. Potrà parlare anche con un medico che avrà modo di rassicurarla. I fenomeni di siero conversione non ci sono sempre e sempre della stessa entità pertanto è meglio che faccia il Test per sua tranquillità.
Cordiali saluti
La consulenza e' prestata a titolo
puramente gratuito secondo lo stile MedicItalia
Dottoressa Anna Maria Martin

[#2] dopo  
168978

dal 2010
Grazie tante della risposta. Andrò a fare il Test. Quando, a 40 e 100 giorni?

Ma se quindi non avessi nessun tipo di disturbo dopo le 3-6 settimane questo non sarebbe indice di nulla? Non potrei stare più tranquillo? Oppure l'infezione da Hiv non da nessun sintomo?

Il risultato del test dopo quanti giorni viene comunicato e come?

Grazie mille.

[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente, lei conosce la sieroconversione, e come le ho detto può anche non manifestarsi. Per il resto una persona può essere sieropositiva per anni senza saperlo e senza ammalarsi di Aids, pur potendo infettare gli altri.
Il test definitivo è dopo i 180 giorni, anche se con nuovi test si parla di tempi minori, per avere la risposta ci vuole qualche giorno e viene data con formula assolutamente riservata solo a lei ed in busta chiusa.
Un saluto
La consulenza e' prestata a titolo
puramente gratuito secondo lo stile MedicItalia
Dottoressa Anna Maria Martin

[#4] dopo  
168978

dal 2010
Test a 40 giorni fatto. Tutto bene per fortuna! Adesso che faccio lo ripeto a 100 giorni?

Grazie per le risposte.

[#5] dopo  
Dr. Anna Maria Martin

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, si lo ripeta, ma ricordi che il "periodo finestra" è di 180 giorni, quindi per stare tranquillo lo deve ripetere se lo fà a 100 giorni.
Un saluto
La consulenza e' prestata a titolo
puramente gratuito secondo lo stile MedicItalia
Dottoressa Anna Maria Martin

[#6] dopo  
168978

dal 2010
Grazie della risposta. Ho letto un'altra richiesta in cui un ragazzo ha fatto un test a 40 giorni risultando negativo. Un collega ha risposto che con un test a 40 giorni negativo c'è il 95% e più di probabilità che quello a 80 sia negativo.

Ho capito bene, è corretto? Il test, a 100, e a 180 li farò lo stesso ma questo mi aiuterebbe a viberla meglio. Per la paura mi lavo le mani con il sapone tenendolo 2 minuti ed evito tutte le possibilità di tagliarmi.

Certo è che non farò mai più questa fesseria!

Inoltre ad oggi non ho avuto nessunissimo sintomo. Neanche un leggero mal di testa. Ma questo non è proprio indice di nulla?
Vedo che molti chiedono spiegazioni sui sintomi. Ma se non ce ne sono perchè li chiedono allora? I medici nelle risposte non potrebbero chiarire che non ci sono sintomi e va solo fatto il test?

Ho sentito che da poco una ricerca americana ha scoperto una proteina in una specie di scimmie che potrebbe portare a una cura. Lo spero tanto per tutti, per questo maledetto virus!

[#7] dopo  
168978

dal 2010
Non mi risponde nessuno?
Vorrei sapere se ho capito bene. Un test negativo a 40 giorni da una probabilità del 95-97% di non aver contratto nulla?

Grazie

[#8] dopo  
Dr. Anna Maria Martin

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
https://www.medicitalia.it/minforma/medicina-di-laboratorio/56-modalita-trasmissione-tests-diagnostici-hiv.html

Gentile utente buona sera, non sempre quanto si trova in rete è pienamente corretto, legga questo Minforma dettagliato ed esaustivo che dice tutto quello che c'è da sapere sull'argomento che la interessa, scritto da un collega del Sito.
Cordiali saluti
La consulenza e' prestata a titolo
puramente gratuito secondo lo stile MedicItalia
Dottoressa Anna Maria Martin

[#9] dopo  
168978

dal 2010
Quindi da quello che leggo in "Tests diagnostici" alla fine dell'articolo nel link il test a 100 giorni è di conferma ed effettivamente un test negativo a 40 giorni già è una bella sicurezza. Cioè è vero che al 95-97% di probabilità quello a 100 sarà negativo.

Ho capito bene si?

[#10] dopo  
168978

dal 2010
Scusate se chiedo ancora una conferma ma è così ho capito bene? Con un test negativo a 40 giorni c'è la probabilità al 95-97% di non aver contratto nulla? E il test a 100 serve da conferma?

Scusate se insisto ma mi piacerebbe avere una conferma del dato.

[#11] dopo  
168978

dal 2010
Venerdì sono andato all'ospedale a fare il test a 100 giorni. Gli ho detto che avevo fatto quello a 40 e che era negativo. Mi hanno detto di farlo solo se avevo tempo da perdere e che non dovevo più ripetere i comportamenti che avevo avuto per venire a fare il test.

Io però non gli ho raccontato la situazione che mi ha portato a farlo.

Quello che vi chiedo gentilmente è se devo farlo comunque o se, visto che quello a 40 gg era negativo e che avevo il preservativo, possa stare sufficientemente tranquillo.

Grazie.

[#12] dopo  
168978

dal 2010
Test fatto. Negativo! Considero chiusa questa storia.

Grazie per il supporto e le info del sito.