Utente 445XXX
Buongiorno, sono un ragazzo di 26 anni e ho una domanda da porvi, in data 25 giugno 2007 durante un addio al celibato in un night club sono stato con una giovane ragazza del locale. Abbiamo avuto un rapporto orale non protetto, sia la mia bocca su di lei e viceversa. Non vi è praticamente stata penetrazione. In data 10 Luglio ho effettuato delle analisi del sangue di routine compreso il test HIV 1 e 2 dall'esito negativo, linfociti a 44% rientra nel range 20%-45
In questi giorni mi ritrovo a letto con la tonsillite con febbre a 38.5, il medico di famiglia mi ha prescritto un comune antibiotico (velamox) e la situazione sembra migliorare. Tale malattia è stata preceduta da una sensazione di gusto amaro in bocco per circa 2 settimane, ed ora è accentuato. Ora dottore come mi devo comportare? C'è la possibilità che posso aver contratto il virus? é opportuno rifare il test ?
Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Gentilissimo paziente, il contatto descritto è a basso rischio, il test va ripetuto a cento giorni dal rapporto. Non vedo alcuna relazione tra la sua faringotonsillite ed un problema da HIV.
Marcello Masala MD
Marcello Masala MD

[#2] dopo  
Utente 445XXX

Grazie per la risposta tempestiva, quindi è il caso di procedere con il secondo test proprio in questi giorni? L'esito di tale test può considerarsi definitivo?
Grazie di nuovo

[#3] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Si a 100 giorni può considerarlo definitivo.
Marcello Masala MD
Marcello Masala MD