Utente 103XXX
Buongiorno, sono affetta da 4 anni da fibromialgia reumatica.Seguo una teraqpia prescritta dal reumatologo (gabapentin e enctat)con scarsissimi risultati, come quasi tutti pazienti affetti dalla mia stessa sindrome.Al centro di terapia del dolore dell'ospedale gli anestesisti, analizzando la mole di fogli della mia cartella clinica, hanno individuato l'assenza della ricerca del mycoplasma ed ureoplasma che a loro avviso possono dar luogo a manifestazioni sintomatiche assimilabili con la fibromialgia reumatica e confondibili con essa.Ho ricercato tali batteri sia con tampone vaginale, con esito assolutamente negativo, sia con ricerca deglia anticorpi nel sangue.L'esito è di seguito riportato:

RICERCA ANTICORPI
ANTI-CHLAMYDIA PNEUMONIAE
(IFA)
-------------------------
IgG........................: negativa ( negativa )

IgA........................: negativa ( negativa )

IgM........................: negativa ( negativa )


RICERCA ANTICORPI
ANTI-MYCOPLASMA PNEUMONIAE
(ELISA)
--------------------------
IgG........................: 61,3 BU/ml ( negativa < 10 )
( positiva > 20 )
(zona grigia 10 -20)
IgA........................: negativa BU/ml ( negativa < 10 )
( positiva > 20 )
(zona grigia 10 -20)
IgM........................: negativa BU/ml ( negativa < 10 )
( positiva > 20 )
(zona grigia 10 -20)

Il mio dott. di base sostiene che non devo fare nessuna terapia antibiotica perchè sono venuta a contatto con l'agente in passato, ma non ne sono affetta ora. Sono molto confusa perchè non vorrei perdere la possibilità di guarire (quindi tornare a fare una vita normale, smettere i farmaci e i loro terribili effetti collaterali) provando comunque a curare il mycoplasma. Cosa si deve fare in questi casi? Vale la pena fare un tentativo di cura anche se sono positive solo le IgG? Nella speranza di riuscire a mettermi in contatto con gli anestesisti che mi hanno consigliato la ricerca e in attesa di ulteriori indagini e visite, spero vivamente in un parere di in medico specializzato in infettivologia.Grazie infinite a tutti coloro che sapranno aiutarmi.

[#1] dopo  
212828

Cancellato nel 2013
Gent.ma Signora,
non sono specialista in infettivologia ma, in attesa che i colleghi le forniscano una risposta appropriata, provo comunque ad approcciare il suo quesito. La prego di considerarla solo una breve introduzione all'argomento.
Il Mycoplasma pneumoniae ha un ruolo assai rilevante in patologia respiratoria in quanto si è dimostrato responsabile di circa la metà delle polmoniti interstiziali dell'adulto. Ovviamente, causa anche altre sindromi respiratorie, dal raffreddore alla bronchite.
Inoltre, tanto per semplificarci la vita, è ritenuto responsabile, se pur eccezionalmente, di infezioni non respiratorie: epatite, pericardite, meningite, poliartite, nevrite, meningoencefalite, sindromi di Guillain-Barré e sindromi di Stevens-Johnson. Una poliartrite da m. pneumoniae quindi è possibile.
Concordo, quindi, con il suo medico "di fiducia" che la positività delle sole IgG conferma una pregressa infezione. Adesso non ci resta che aspettare un parere più autorevole.

cordialmente
Dott. Michele Balsamo