Utente 237XXX
Buona sera, ho 51 anni e sono affetto da epatite C, diagnosticata circa 16 anni fa. Sono stato sottoposto a terapia antivirale nel '97 (interferone) subito sospesa per comparsa di aggressività. Agli ultimi esami ematochimici indici di citonecrosi epatica e di colestasi fluttanti, sintesi apatica ben conservata, minima piastrinopenia invariata rispetto ai controlli precedenti. I medici un anno fa mi hanno detto che nonostante abbia un' epatopatia cronica in evoluzione fibrotica, sono in ottimo stato di compenso clinico e funzionale pertanto non ritengono più necessario follow-up presso l'ambulatorio monitoraggio dell' ospedale presso il qualo ero in cura....
Premesso questo, da 6 mesi a questa parte avverto dolore allo stomaco appena dopo il pasto e la necessità di andare in bagno molto frequentemente (3, 4 e anche 5 volte al giorno) Non sono dimagrito, ma mi sento stanco, debole, alle volte arrivo a sera sfinito (Faccio il metalmeccanico). Il medico di base mi ha fatto fare gli esami per la celiachia e la ricerca del sangue occulto nelle feci, ma entrambi con esito negativo. Gli unici valori che risultano fuori dalla normalità sono i seguenti:
Emometria - CEGM 37.2 (31-37)
Formula leucotitaria - EOS 0.41 (0 - 0.37)
Chimica clinica - Glucosio 107 (65 - 100)
Enzimi plasmatici - Trans. G.P. 66 (0 - 44)
Gli esami sono di settimana scorsa, ho ritirato oggi gli esiti.
Vorrei avere un vostro parere in merito. Vi ringrazio per la cortese risposta.

[#1] dopo  
Dr. Roberto Chiavaroli

32% attività
4% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,
da quello che ho capito lei ha un'infezione da virus C da più di 15 anni .
La terapia che ha effettuato nel 1997 non è più in uso ( probabilmente si trattava di interferone quotidiano).
Purtroppo nonostante l'ottima funzionalità del suo fegato il rischio di progressione della malattia esiste ed credo che lei abbia diritto a tentare una nuova terapia ( oggi esistono almeno due alternative per chi non ha risposto in passato o ha dovuto sospendere l'interferone).
Interrompere i controlli alla sua età ancora giovane mi sembra un errore anche perchè va esclusa un'evoluzione in cirrosi sempre possibile dopo i 10-15 anni con ecografie, gastroscopia ed eventuale biopsia epatica ( o fibroscan).
Le consiglio di rivolgersi ad un centro specializzato in Malattie Infettive o Epatologia.

Cordiali Saluti
Dr. Roberto Chiavaroli