Utente 338XXX
Buonasera, avrei da porre questa domanda perchè mi sta divorando l'ansia, circa una settimana fa ho medicato un mio collega in ufficio, senza infilare i guanti, aveva un taglio sulla mano fra pollice ed indice, io gli ho passato cotone ed iodio povidone, non ho mai appoggiato i miei polpatrelli sulla sua mano, apparentemente non ho ferite se non delle pellicine strappate intorno alle unghie. Alla fine dopo che con la sua mano sana si era appoggiato la garza gli ho passato sopra il cerotto adesivo, l'unica macchia che avevo sulla mano era marrone dovuto alla tintura di iodio. Ho telefonato alla mia dottoressa e si è messa a ridere ad una mia amica medico radioterapista, mi ha detto che mi preoccupo troppo. Mi consigliate di fare il test a tre mesi ? Personalmente non conosco il collega per quanto so potrebbe essere sano come un pesce! Sono anche donatore di plasma e di piastrine, ma sono nel panico totale, che percentuale c'è di essersi infettati di hiv o di epatite?

[#1] dopo  
Dr. Carlo Somaglino

32% attività
8% attualità
8% socialità
BIELLA (BI)
VERCELLI (VC)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il rischio di contagio è praticamente nullo. Ci si contagia se il sangue del "paziente" se infetto passa in ferite o in mucose esposte, nel suo caso mi sembra che non ci sia stato nulla di tutto ciò.
Dr. Carlo Somaglino
Specialista in Chirurgia Generale