Utente 374XXX
buonasera a tutti,
vorrei inoltrarvi un problema che mi sta attanagliando ultimamente. ho avuto un rapporto a rischio (protetto ma con preservativo rotto per pochi secondi, poi subito sostituito) con una persona probabilmente sieropositiva. ho fatto il test di ultima generazione dopo circa 31 giorni (ho 23 anni e nessun problema di salute finora) e sono risultato negativo sia per gli anticorpi che per p23. non ho eseguito il test definitivo a distanza di 3 mesi e ora a distanza di 4 mesi ho avuto un problema di gengivite. le gengive sono arrossate e ipertrofiche, sanguinanti alla pressione e agli stimoli meccanici ma non spontaneamente. la cosa strana è che questa gengivite è confinata solamente in corrispondenza degli incisivi dell'arcata superiore e non a tutta la cavità orale. la mia paura è che possa essere dovuto ad abbassamento delle difese immunitarie, considerato anche il fatto che ho avuto un periodo di forte stress che forse può aver influito. mi sembra solo strano che sia confinato solo in quella posizione, se fosse hiv non sarebbe diffuso a tutta la bocca?
grazie in anticipo

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
il test negativo a 31 giorni è attendibile, se di IV generazione con ricerca della p24, al 97%

La gengivite può essere dovuta a mille motivi, inclusa la necessità di una detatrtrasi.

Faccia il test di conferma e non ci pensi più.

Cordiali saluti.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.