Utente 119XXX
Gentilissimi dottori, sono un ragazzo di 24 anni e vi chiedo questo consulto perché sono molto preoccupato.
2 giorni fa, ho avuto la malsana idea di fare del sesso con una prostituta (africana).
Ho utilizzato il profilattico durante tutto il rapporto (orale e vaginale) ma ad un certo punto, durante la penetrazione il profilattico si è rotto....onestamente io non mi sono reso conto della rottura del profilattico, la prostituta era sopra di me, ed è stata lei ad alzarsi immediatamente nel momento in cui ha percepito la rottura del profilattico (questo è ciò che lei dice).
per quanto si tratti di un solo rapporto e nonostante la durata della penetrazione "scoperta" sia di pochi secondi, io sono molto preoccupato per la mia salute.
A tutto ciò va aggiunto un forte mal di stomaco accompagnato da una sensazione di nausea che si è presentato circa 6 ore dopo il rapporto (avvenuto ieri) ed è continuato per tutta la giornata di oggi.
Le mie domande sono le seguenti:
1) visto l'accaduto l, dovrei preoccuparmi e quindi sottopormi a degli esami per le malattie sessualmente trasmissibili ? Se la risposta è sì, quanto tempo devo aspettare per sottopormi ai test ?(questo rapporto avvenuto ieri è l'unico a rischio della mia vita)
2) la sintomatologia da me avvertita, poche ore dopo il rapporto e ancora oggi presente è in qualche modo riconducibile ad una malattia sessualmente trasmissibile come l'HIV ? (O altre) O considerando il pochissimo tempo trascorso dal rapporto, escludete questa ipotesi ?
Vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Ogni rapporto che non sia protetto dall'inizio alla fine, con prostitute di qualunque etnia è un rapporto a rischio.
Rischio basso ma non nullo.
Le riepilogo gli esami per escludere le MST più pericolose e i tempi:

HIV
-a 30gg HIV test di IV generazione I-II p 24 (attendibilità >95%)
-a 90 gg Stesso test da considerarsi definitivo.

HBV ( se non vaccinato)
-a 30 e 60 gg ricerca di HBs Ag + ANTI HBSAg

Sifilide

-a 60 gg Sierologia di screening VDRL - TPHA

Eventuali tamponi uretrali se sintomi "urinari" (come "scolo" o bruciore).
Ne parli con il Curante e faccia sapere se vuole.
Saluti,
Dott. Caldarola
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 119XXX

Dottore la ingrazio innanzitutto per la sua risposta.
Mi sottoporrò agli esami da lei indicati.
Vorrei porgerle una domanda....la sintomatologia da me avvertita (dolori di stomaco e nausea) appena 6 ore dopo il rapporto sospetto può essere riconducibile a quest'ultimo ? O si sente di escludere questa ipotesi ?

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
La escludo nel modo più assoluto!!
Buona serata.
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.