Utente 426XXX
Salve a tutti,
Mi scuso in anticipo, nel caso non avessi selezionato la giusta categoria medica.
Da circa quattro giorni ho la febbre, la prima sera il punto massimo fu 37,9°, con altri sintomi correlati, come vertigini, dolori articolari, e un forte mal di testa. Il giorno seguente andò la mia fidanzata dal dottore, e il dottore le disse che è periodo (premetto che vivo in Germania, e qui le temperature sono già 10° di media). Comunque sia, mi è stato prescritto il paracetamolo, e un antibiotico, la penicillina 1,5 mega (phenoxymethilpenicillina-Kalium), disse di prenderne tre al giorno per tre giorni, e che sarei dovuto guarire. Iniziai da subito la cura, e fui stupito dagli immediati miglioramenti. Tant'è che decisi di prenderne solo due al giorno, in quanto, unico problema, essa mi causava un forte dolore allo stomaco, intermittante, ma intenso. In due giorni dall'inizio dello stato febbrile, in due giorni, e con solo 4 pastiglie, era scomparso tutto. Finché la sera stessa (l'altro ieri) mi misi a dormire, e mi risvegliai nel bel mezzo della notte, con di nuovo tutti i sintomi, se non addirittura più accentuati. Ieri ho constatato nuovi sintomi, come una diarrea in forma molto severa. Il mal di testa è fortissimo, e la febbre ha raggiunto il picco di 38,5°. L'antibiotico sembra non fare più alcun effetto, i dolori di stomaco che io penso, erano dovuti a quest'ultimo, sono l'unico sintomo sparito. Sta mattina mi sono svegliato, e mi sembra di avere un principio di otite ad un orecchio. Lunedì mi iniziano le ferie, in cui ho investito dei soldi, che andrebbero persi, se non partissi. Essendo Sabato, potrei solo recarmi in ospedale, ma ho paura di un'eventuale ricovero, proprio per il motivo appena spiegato. Non so veramente cosa fare. Ringrazio in anticipo chi avrá la pazienza di leggere.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Guardi,
lei ha scritto nella giusta sezione.
Ma cosa vuole che le dica se un Medico, per interposta persona, le da una terapia e lei la finisce prima del tempo?
Mi pare che tutto il mondo sia paese e che medici ignoranti e superficiali ci siano dappertutto. Anche in Germania.
Tra questi il suo.
Alla luce di quello che descrive io non posso darle alcun suggerimento perchè prima di dare una terapia visito i miei pazienti.
La diarrea potrebbe essere causata dall'antibiotico o essere una recrudescenza di una forma mista viro batterica.
L'otite va accertata oltre che sospettata.
Non so se esista il servizio di guardia medica in Germania: nel caso non sia previsto vada ad un Pronto Soccorso e si faccia visitare: credo che per i sintomi che descrive non ci sia necessità di ricovero e se pure dovesse esserci? Preferisce andare a passare una vacanza da malato o curasi per bene?
Faccia sapere se vuole.

Cordialità,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 426XXX

Gentile Dott. Caldirola, anzitutto ci tengo a ringraziarla per la risposta, e la sua celerità.
So benissimo che il discorso delle vacanze è del tutto fuori luogo, e quanto meno, di poco interesse a livello medico. Ma essendo successa la stessa identica cosa, in cui ho passato dieci giorni di ferie, a letto, con febbre e quant'altro, nemmeno un anno fa, la mia frustrazione è tanta. Tuttavia il suo messaggio è arrivato chiaro, e tra non molto mi recherò in pronto soccorso, in quanto i dolori nel basso addome, seppur intermittenti, sono davvero intensi. Pensa che dovrei prendere un'altra pastiglia di antibiotico tra poco, dopo aver mangiato, oppure è meglio recarsi in P.S. senza assumere più alcun medicinale?
(Sì, senz'altro tutto il mondo è paese).
La ringrazio ancora in anticipo per un'eventuale risposta.

Cordiali saluti.

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Non prenda nulla.
Vada in PS e senta che cosa le dicono i medici che la visiteranno.
Mi faccia sapere, se le facesse piacere.

Cordili saluti,
Dr. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.