Utente 431XXX
Buonasera Vi scrivo perche' ho un dubbio.La settimana scorsa ho eseguito in un laboratorio privato il test hiv su prelievo venoso.Il referto dice ab hiv 1/2 IVgenerazione metodo chemiluminescenza risultato 0.05 valori di riferimento <0.25 negativo =0.25 positivo.Poi ho rieseguito il test in un altro laboratorio privato il refeto dice hiv1/2   s/co negativo se minore di 1 il risultato e 0.14.Ho rieseguito il test nel reparto malattie infettive della mia citta risultato hiv ab  1/2  risultato assenti.tutti i test eseguiti li ho avuti in giornata.Il mio dubbio nasce dal fatto che il contatto a rischio sia di otto anni fa.I test che ho fatto sono attendibili o si tratta di esito negativo dovuto a sieroreversione e quindi gli anticorpi si sono azzerati per la distruzione del sistema immunitario quindi non rilevabili? Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
lei ha inoltrato il 04 u.s. questo consulto:
https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/545362-hiv.html
Oggi nonostante tutto si scopre che lei ha eseguito altri due test - tre in totale - e non contento del risultato coerente e negativo di tutti i tests ha cominciato a fantasticare su un sistema immunitario distrutto che non produce più anticorpi.
In sostanza secondo il suo ragionamento lei è falsamente sieronegativo perchè in fase di AIDS conclamata.
Poichè oggi, con gli antiretrovirali, anche casi disperati come il suo sono recuperabili, mi chiedo che attenda per ricoverarsi in una Clinica infettivologica urgentemente!
Dove la somministrazione anche di dosi adeguate di Quietapina favoriranno sicuramente la sua guarigione. In ogni senso.

Con ciò la saluto,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.