Utente 822XXX
Gentili dottori,
sono un ragazzo di 25 anni, conduco una vita attiva tra studio e sport, non bevo, non fumo, nn uso sostanze di alcun genere. Vi chiedo un consulto in merito ad una situazione scaturita ad Agosto 2008 e che sembra perdurare tuttora.
Brevemente, il 20 Agosto mi ammalo di una presunta tonsillite, linfonodi del collo e tonsille gonfie, placche alla gola, febbre sui 38 gradi. Il medico di famiglia prescrive una cura antibiotica di una settimana. La febbre cala vistosamente, ma si attesta intorno ai 37; 37,2 gradi (non per tutta la giornata)accompagnata da astenia, debolezza, stordimento (senso di leggera ubriachezza), al che il 6 Settembre effettuo le analisi del sangue sospettando una Mononucleosi, i cui risultati sono riportati di seguito:
glicemia =7 mg/%
creatininemia= 1.1 mg/dl
colesterolemia =153 mg/dl
trigliceridemia= 59 mg/dl
transaminasi got-ast = 27 UI/l
transaminasi gpt-alt =39 UI/l
gamma gt = 29 UI/l
bilirubina totale = 1.3 mg/dl
bilirubina diretta = 0.5 mg/dl
fosfatasi alcalina = 49 UI/l
sideremia = 72 ug/dl
proteina c reattiva = 0.06 mg/dl
fibrinogenemia = 250 mg/dl
anti citomegalovirus igg= 11.90 Ui/ml
anti citomegalovirus igm <8 UI/ml
tsh = 3,39 uUI/ml
tireoglobulinemia = 11.6 ng/ml
anti-tireoglobulina = <20 UI/ml
anti-tireoperossidasi = 18 UI/ml
proteine totali = 8.6 gr/dl
taos = 145.6 U/ml

anticorpi anti early antigen IgG = <5 UI/ml
ebna igg = 235 UI/ml
EBV igm = <10 UI/ml
VCA igg = 333 UI/ml

Dalle analisi secondo il medico di famiglia risulta una mononucleosi pregressa(anche se da analisi effettuate 3 anni fa nn risultava la presenza di anticorpi al virus Epstein Barr, quindi la malattia deve essere sicuramente scaturita negli ultimi 3 anni) e quindi mi prescrive dello ZITROMAX500g in compresse da assumere 3 volte a settimana per 4 settimane. Ora, io non sono un medico, ma dalle analisi penso sia chiaro che non c'è alcuna infezione batterica, quindi gli antibiotici prescritti secondo me erano assolutamente inutili.
Comunque comincio la cura ma la situazione non migliora, dopo un mese decido di mia spontanea iniziativa di abbandonare questa cira per me debilitante e mi affido alle mani di un sapiente erborista che mi da una cura di limone e propoli con la quale la febbricola va via e i sintomi di astenia e stanchezza si affievoliscono nel giro di 2 settimane.
Purtroppo pero da meta novembre ritorna nuovamente le sintomatologia con astenia, stanchezza, stordimento, ma senza febbre. Sotto consiglio dell'erborista sto prendendo integratori di magnesio ( il succo di limone èormai una costante) inoltre sono andato da un altro medico, il quale, dalle analisi di settembre, seppur datate, ha supposto che la mia senzazione di malessere sia piu legata al virus hepstein barr che non a qualche infezione batterica, di cui è invece convinto il mio medico curante. Inoltre sospetta una sindrome fibrosica o fibrositica ( non ricordo come l'ha chiamata ) in quanto soffro di un continuo stato di tensione al collo e dolore in alcuni punti di pressione stimolati dal dottore stesso ed inoltre sono molto stressato visto che sto per laurearmi e in piu sto lavorando. Ultimamente con gli integratori di magnesio le cose vanno un po meglio, ma sono costantemente in ansia perche non capisco a cosa sia dovuta tale sintomatologia, è forse legata al virus hepsein barr??
Ringrazio chiunque di voi risponda a questo messaggio. Arrivederci

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dai suoi esami risulta una pregressa mononucleosi di cui lei conserva gli anticorpi protettivi ( EBNA ). Questa malattia ha una convalescenza lunga, ma non deve poreoccupare; comunque la sua attuale sintomatologia può anche scaturire dalla situazione stressante che sta vivendo. Le alleggo un link dove troverà ulteriori notizie sulla mononucleosi:

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=43323
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 822XXX

Gentile Dr Baraldi la ringrazio per la celere risposta e per il link che ha chiarito molto rigurdo la mia sintomatolgia. Comunque in mattinata ho effettuato nuove analisi per verificare o meno la presenza della sindrome fibrosica paventata dal secondo medico cui mi sono rivolto. Appena avuto i risultati vi aggiornerò sulla situazione.
Saluti

[#3] dopo  
Utente 822XXX

Un' ultima cosa Dr.Braldi, la sintomatologia da me accusata può quindi essere dovuta ad un possibile "risveglio" del virus visto la mia non perfetta condizione psicofisica oppure è dovuta ai postumi di un infezione da epstein barr pregressa ma relativamente recente?.
Inoltre alcuni articoli in internet riportano la necessità di "eliminare" il virus epstein -barr senza mai dire "come" rimuoverlo e paventando possibili problemi futuri come tumori, linfomi, deficit immunitari, vorrei sapere se devo dare conto o meno a tali informazioni.

Grazie ancora
Saluti

[#4] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Guardi ho scritto un articolo molto ma molto chiaro; diffidi di tutte le notizie che girano su internet, linfomi, sclerosi e quant'altro e stia tranquillo che avere il virus a livello dei gangli linfatici non vuol dire che si risvegli e provochi chissà cosa
Un saluto

A. Baraldi

[#5] dopo  
Utente 822XXX

La ringrazio ancora Dr. Baraldi per la sua disponibilità e cortesia. Spero che la cosa si risolva il prima possibile. Devo seguire particolari accorgimenti al fine di ripristinare il vigore fisico (attivita fisica aerobica e non, tipo di alimentazione) oppure devo attendere pazientemente che la sintomatologia si estingua col tempo?

Saluti