Utente 476XXX
Salve, attualmente sono occupata presso una camera mortuaria. Durante la sistemazione di una salma è esplosa una vescichetta (sul petto del paziente, causata dalle ventose dell’ECG), ed il liquido mi è schizzato sul volto, sulla fronte e dentro un occhio. Il liquido era trasparente, e poco. Sulla cartella clinica allegata al paziente non ho trovato segnalazioni di eventuali malattie infettive. Ma eventualmente sussiste rischio di contagio? Mi consigliate qualche analisi o altro? Grazie mille per il consulto

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
se il paziente è deceduto per cause non infettive e se gli screening infettivologici effettuati in vita sono risultati negativi non mi pare che lei corra alcun pericolo.
L'uso degli occhiali di protezione deve essere fortemente raccomandato tuttavia in chi come lei è adetto a un lavoro dignitoso che deve esercitare tutelando la sua salute.
Cordiali saluti.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 476XXX

Buongiorno, il paziente risulta deceduto a seguito di un arresto cardiaco causato dal sovrapporsi dell’età (90anni) e di numerosi problemi quali insufficienza renale, insufficienza respiratoria, cardiomiopatia, aritmie, iperestensione di una parte dell’intestino, vomito caffeano (causa non definita), neoformazioni renali non identificate, postumi di vecchi ictus ed infarto, alzheimer. Ho controllato attentamente tutta la sua cartella di ricovero dal 9.01 a ieri (pronto soccorso) e non risulta evidenziato nulla di infettivo. In più nemmeno i parenti in sede di triage hanno dichiarato malattie infettive. Io comunque per sicurezza penso farò uno screening delle malattie infettive a 90 giorni (che più o meno coincide anche con lo screening che l’azienda prevede ogni due anni, essendo io anche tirocinante di infermieristica), ma comunque non credo mi debba preoccupare troppo, sia per il tipo di liquido, sia per la quantità davvero esigua. (Se sbaglio mi corregga ovviamente.) La ringrazio per il consulto e le auguro buona giornata!

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
non sbaglia affatto.
Sono certo che il suo rischio è praticamente inesistente.
Buona giornata.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.