Utente 456XXX
Salve a tutti,come da titolo ,mia nonna 72 anni ha avuto il 31 dicembre un amnesia globale transitoria. Riassumo cercando di essere il più breve possibile... doveva uscire per le 7 (andava a festeggiare L anno nuovo)era in negozio quando la chiama un amica chiedendo perché non arrivava...mia nonna non si ricordava nulla,né dove doveva andare ne perché,ma riconosceva le persone ed era abbastanza lucida...presa dal panico inizia a ricordare qualcosa.. esce dal negozio facendo tutto quello che doveva fare( chiusura cassa, luci) e arriva a casa...a detta di mio nonno ancora scossa visibilmente.poi si riprende vanno alla cena e tutto a posto... la notte stessa si inizia a rendere conto che non ricordava nulla nell orario dalle 6 alle 7(ricordava che L avevano avvisata che era in ritardo,e ricorda che poi le è venuto in mente)preoccupata decide di andare in ps:quindi L 1/01 viene ricoverata e fanno tutto:tac raggi esami ecg ,carotidi tutto negativo...viene dimessa il giorno a seguire dopo aver fatto anche la visita neurologica(negativa anch essa) e con la richiesta per un elettroencefalogramma non urgente..diagnosi :probabile amnesia transitoria.. che ne pensate?? Secondo voi hanno valutato possibili malattie degenerative(alzaimer demenza??)io con mia nonna ci lavoro e a volte capita che si scordi qualcosa...io sono esageratamente apprensiva ma non sono così tranquilla ...e poi nn avevo mai sentito parlare di questa amenesia,i dottori le hanno detto solo che capita..ma può anche tornare??? Scusate se è un po’ confusionato il discorso

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

l'amnesia globale transitoria (TGA) è una condizione benigna a causa sconosciuta e non è poi tanto rara. Gli episodi hanno una durata media di 3-6 ore con un massimo di 24 ore.
E' normale in questi casi l'esito negativo degli esami diagnostici, questi si fanno per escludere patologie in grado di causare il disturbo della memoria.
Di solito l'episodio è unico e resta isolato, raramente potrebbe ripetersi.
Colpisce prevalentemente le donne nella quinta-settima decade di vita, in questo senso la nonna rientra statisticamente nei casi più frequenti.
Le possibili malattie degenerative che Lei teme non si manifestano con questa sintomatologia.
La invito a stare tranquilla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro