Utente 506XXX
Nel mese di settembre 2017 dopo un periodo durato diversi mesi in cui ho avvertito diversi sintomi quali: una otite curata con antibiotico, mal di gola durato 40 giorni, estrema stanchezza, brividi, ho effettuato su consiglio del medico curante esami del sangue dai quali sono risultati i seguenti valori anomali:
anticorpi anti Epstein Barr VCA IGG 276 (positivo > 20)
anticorpi anti Epstein Barr EBNA IGG 397 (positivo > 20)
anticorpi anti Epstein Barr EA IGG 42 (positivo > 20)
monociti% 9,8 (valori di riferimento 3-8)
Purtroppo non mi sono stati prescritti anche i test degli anticorpi IGM ed IGA e non ne dispongo.
Premetto che la mononucleosi mi fu diagnosticata nel 2009 (all'epoca gli esami del sangue rilevarono VCA IGG 16,2, VCA IGM 160,00) ebbi una polmonite e mal di gola insistente. Allora come ora non ci fu un apprezzabile aumento dei linfociti.
E' possibile ipotizzare con elevata probabilità (seppur non con certezza assoluta) che nel corso del 2017 o mesi immediatamente antecedenti vi sia stata una riattivazione/recidiva del virus della mononucleosi?
il mese scorso ho ripetuto alcuni esami da cui risulta:
anticorpi anti Epstein Barr VCA IGM 10,00;
anticorpi anti Epstein Barr VCA IGG 174,00
Con riferimento a questi ultimi esami, e tenuto conto che al virus sono associate diverse patologie anche gravi (linfomi, malattie neurologiche...), mi consiglia di effettuare ulteriori approfondimenti? Ora sto abbastanza bene, non ho sintomi particolari.
Ringrazio sin da ora per la disponibilità.
Cordialmente

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
malgrado non stia bene, anche i medici si ammalano, le rispondo visto che tutti ignorano il suo quesito e non so perchè.
La risposta è anche molto semplice: chi fa la Monomucleosi, il cui agente causale fa parte delle Herpetoviridae, non eradica mai completamente EBV che resta latente nell'organismo controllato principalmente dalla immunità cellulare.
E come tutte le infezioni da virus della famiglia degli Herpes, è pressocchè "normale" che si abbiano delle cicliche riattivazioni virali, clinicamente asintomatiche o paucisintomatiche, che sono subito soppresse da un sistema immunitario efficiente come nel suo caso.
E' dunque possibile, in base ai dati che posta, che nel 2017 lei abbia avuto una riattivazione.
Ma possiamo muoverci solo a "tentoni" perchè manca il dato importante che è quello delle IgM.
La presenza di EA IgG a 8 anni dall'episodio accertato potrebbe essere più probativa per una riattivazione.
Se agli esami effettuati lo scorso mese non allega il range di riferimento del suo laboratorio non è possibile esprimersi.
Sarebbe utile anche che ricopiasse l'emocromo in modo completo.
Ad ogni modo se anche questa si dimostrasse una riattivazione, contestualizzandola in una espressione clinica che è completamente muta (lei ha detto di sentirsi bene) non necessiterebbe di alcun esame supplementare.
Piuttosto del consiglio a non ripetere ossessivamente gli esami immunoematochimici per EBV ove non ci sia fondata ragione.
Circa i timori di Linfomi e patologie oncoematologiche da EBV sia completamente tranquillo.
Anzi non ci pensi proprio.
Spero di essere stato esaustivo.
Cari saluti.
Caldarola. MD

[#2] dopo  
Utente 506XXX

Preg.mo Dottore, la ringrazio infinitamente per la sua disponibilità.
Riporto di seguito i dati mancanti di cui alla sua precedente, in modo da consentirle una valutazione più approfondita.
Circa gli esami effettuati del mese scorso riporto i valori accompagnati dal range di riferimento:
-anticorpi anti EBV VCA IGM 10; val. rif. < 20 se negativo, 20-40 dubbio, >40 se positivo;
-anticorpi anti EBV VCA IGG 174,00, val. rif. <20 negativo, >20 positivo;
Non dispongo di emocromo in quanto il mese scorso mi sono limitato a verificare i valori degli anticorpi di EBV.
Circa invece gli esami di un anno fa, riporto di seguito l'emocromo precisando che i valori degli anticorpi EBV sono relativi ad un prelievo effettuato il 20.10.2017 mentre per l'emocromo il prelievo è del 06.09.2017:
emocromocitometrico:
leucociti 4,78 (4-10)
eritrociti 5,04 (4,20-5,50)
emoglobina 14,80 (12-17)
ematocrito 43,30 (38-50)
mcv 85,90 (80-95)
mch 29,40 (27-32)
mchc 34,20 (32-36)
rdw-cv 13,60 (11,50-15,00)
piastrine 229 (150-400)
formula leucocitaria
g.neutrofili 57,40 (40-75)
g.eusinofili 2,70 (0-5)
g.basofili 0,4 (0-2)
linfociti% 29,70 (20-45)
monociti% 9,80 (3-8) *
g.neutrofili 2,74 (1,50-7)
g.eusinofili 0,13 (0-0,40)
g.basofili 0,02 (0-0,10)
linfociti 1,42 (1-3,70)
monociti 0,47 (0-0,70)
Riporto per completezza anche l'emocromo del 2010 contestuale alla rilevazione di anticorpi anti EBV IGM 160 (>20 POSITIVO):
WBC 5,5 (3,6-10);
ne% 43,90 (43-65)
li% 45,00 (20,50-45,50)
mo% 8,8 (5,5-11,70)
eo% 2,2 (0,9-2,9)
ba% 0,1 (0,2-1,0)
ne # 2,4 (2,2-4,8)
li # 2,5 (1,3-2,9)
mo# 0,5 (0-0,2)
eo# 0,1 (0-0,2)
ba# 0 (0-0,1)
RBC 4,99 (4,70-6,10)
Hgb 14,8 (14-18)
hct 42,70 (42-52)
mcv 85,60 (80-94)
mch 29,60 (27-31)
mchc 34,60 (32-36)
rdw 12,10 (11,50-15,50)
plt 265 (130-400)
MPV 7,2 (7,4-10,40)
pct 0,191 (0-0,99)
pdw 15,40 (0-99,9)
Cordiali Saluti

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
non ha avuto nessuna riattivazione lo scorso mese.
Sono IgG memoria quelle che ha trovato.
Un emocromo dopo 6 mesi è già obsoleto: figuriamoci quelli antecedenti a tale limite temporale.
Se sta bene e non ha sintomatologia non faccia altro.
Oppure se vuole un banale emocromo.
Saluti Cordiali.
Dr. Caldarola.