Utente
Buongiorno a tutti,
sono Franco, ho 48 anni e sono gay.

Da oltre 2 anni ho una relazione stabile e monogama.

Volendo voltare pagina rispetto ad un passato più libertino, io e il mio compagno abbiamo eseguito qualche tempo fa tuta una serie di test ed esami di laboratorio che hanno accertato la nostra negatività rispetto a tutte le principali MST, esami eseguiti su indicazione di medico specialista e quindi nei modi giusti e nel rispetto dei vari periodi finestra (per citare alcuni esempi hiv, hbv, hcv, sifilide, herpes etc...).

Da quanto ho capito rimane la questione papilloma virus, per la quale non mi pare sia possibile effettuare test di laboratorio simili a quelli citati più sopra.

Il tarlo però rimane.

Per le informazioni in mio possesso avrei pensato quanto segue.

In merito al rischio di tumore all’ano, in tema di prevenzione, vorrei programmare un hpv test anale e, in base al risultato, capire come muovermi successivamente (mi rivolgerò ad uno specialista, ovviamente).

Se questo risultasse negativo e se l’ultimo episodio a rischio risalisse a circa 2 anni e mezzo orsono, potrei chiudere anche il capitolo hpv/ano?

Sempre in tema di prevenzione tumori legati ad hpv e in special modo riferendomi al pene e al cavo orale, a Vostro giudizio come è bene che mi muova?

Come avrete capito la mia vita ora è molto più ordinata e vorrei cercare di fare il possibile per la mia salute e per quella del mio compagno.


Grazie

Franco

[#1]  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentilissimo

consiglio visita venereologica con rettoscopia; eventualmente HPV DNA test

questo per stare sereni

Dr Laino
per info www.venereologo.it
Dr.Luigi Laino Dermatologo e Venereologo, Tricologo Direttore DermaCentro Latuapelle, Roma Tel Studio 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it