Utente 210XXX
salve,
ho scoperto da una settimana di essere incinta e la settimana prox farò una visita ginecologica per certificato gravidanza. Siccome lavoro con disabili, anche aggressivi il mio gine mi ha consigliato di rimanere a casa prima possibile. Ma il medico di base può certificare la gravidanza? se facessi degli esami del sangue basterebbe al datore di lavoro?

grazie e cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Mascotti

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2010
Gentile Signora,

Lei può presentare alla Direzione Provinciale del Lavoro competente per territorio (nel Suo caso dovrebbe essere la Direzione Provinciale del Lavoro di Como, Via Bellinzona, 111 - Tel 031 3383011 Fax 031 3383059 dpl-Como@lavoro.gov.it) istanza di astensione anticipata dal lavoro ai sensi del D.Lg.vo 26/03/2001 n. 151, art. 17, Comma 2, lettera b).

Si informi sulla procedura, perché non è uguale in tutti gli uffici provinciali.
In linea di massima è necessario allegare alle domanda:
1. Certificato rilasciato da un medico ginecologo attestante lo stato di gravidanza e la data presunta
del parto
2. Dichiarazione datore di lavoro attestante la gravosità e pericolosità dell’attività svolta dalla
lavoratrice e l’impossibilità di spostarla ad altre mansioni all’interno dell’azienda
3. Valutazione dei rischi ai sensi Dlgs.vo 151/01 sottoscritta dal datore di lavoro, dal medico
competente e dai rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza. (Nel caso di Ditta con meno di 10
dipendenti è sufficiente l'elenco dei rischi a cui è sottoposta la lavoratrice)
4. Dichiarazione relativa all’obbligo di sorveglianza sanitaria preventiva e periodica della
lavoratrice da parte del medico competente.

La Direzione Provinciale del Lavoro può svolgere i dovuti controlli o delegare l’ASL (S.PISAL) per gli accertamenti di carattere sanitario.

Distinti Saluti.
Nicola Mascotti,M.D.

[Si prega di non richiedere valutazioni o stime del grado di invalidità]