Danno biologico

Salve, sono un O.S.S. e lavoro per una coop. di servizi alla persona presso una struttura con appalto, nello svolgere le mie mansioni di assistente vengo aggredito a pugni in faccia da un ospite durante il mio turno di assistenza, riportando la frattura delle ossa nasali,con conseguente riduzione della frattura in dayhospital con ricovero ed anestesia totale, per riduzione della frattura e reallineamento della piramide nasale, in tutto con i 25 giorni di prognosi dati dal medico del P.S. al momento del mio arrivo in P.S. In tutto questo vi chiedo se ho subito un danno biologico?, e se con il tempo il mio naso che mi e rimasto un pò deviato in seguito all'accaduto, se voglio fare una rinoplastica in futuro chi deve risarcirmi del tutto, se non mi viene riconosciuto il danno biologico? In attesa di una vostra cordiale risposta vi auguro buon lavoro.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Senza entrare in particolari su chi è eventualmente responsabile (la Struttura, la Cooperativa se l'ospite per esempio non fosse in grado di intendere e di volere), di competenza del Legale, il danno biologico c'è senz'altro.
Esso va quantificato da un medico legale eventualmente affiancato da un otorino o chirurgo plastico.

Cordialmente
[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la cortese risposta, ed è quella che intendevo sapere, visto che la struttura dice che l'ospite non è interdetto quindi a parer loro è in grado di intendere e di volere ma non ha un quattrino da far tintinnare con un altro, mi resta la strada della mia cooperativa, o magari l'ente per l'infortunio si fa carico andando in rivalsa poi da chi dovrà risponderne, spero nell'ente per l'infortunio ma è difficile, la riingrazio per la gentile risposta ancora una volta Augurandole buon lavoro.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Alla visita di chiusura infortunio mi viene riconosciuta l'invalidità ed il danno biologico, tutto questo accadeva l'8 marzo 2013, ad oggi 20 marzo non ho ancora ricevuto niente di che, ne scritto ne verbalmente, più o meno che tempi occorrono per sapere come si è conclusa la pratica, e a quanto ammonta il risarcimento?
[#4]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Non posso rispondere perchè non elementi su cui basarmi.
Di solito la comunicazione giunge al destinatario entro 3 mesi.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test