Test e visite lavoro

Buongiorno e grazie per il lavoro che svolgete gratuitamente per noi, volevo farvi una domanda riguardo le visite e le categorie sottoposte a visite riguardanti droga e alcol.

La lista stilata da stato-regioni è blindata a quanto so, è possibile che vengano fatti anche a categorie non in lista?

Ad esempio io lavoro in Fiat contratto a tempo indeterminato e ho un contratto da operaio specializzato 4 livello (2 fascia secondo nuovo ccnl).

Ricopro un ruolo di conduttore cnc e montatore meccanico (linea di montaggio) e alcuni colleghi mi hanno detto che a rientro ci sottoporranno a tali test.

È possibile e soprattutto legale fare una cosa del genere (nel caso in cui fosse vero) eseguire tali test?

È cambiata la lista oppure mi potrei opporre nel caso senza avere ripercussioni (legate all’iscrizione al centro Ser.
T per esempio)?

Io non ho nulla da nascondere, anzi, però per una questione di principio non accetto abusi di potere (perché nel caso di questo si tratterebbe), se rientrerei nella lista assolutamente nessun problema nell’eseguirll.

Potete darmi qualche delucidazione in più nel caso?

Grazie mille, spero in una vostra risposta
[#1]
Dr. Domenico Spinoso Medico del lavoro 709 84 11
Gentile utente,
nulla è cambiato al momento riguardo le attività per le quali è previsto il test per l'esclusione di assunzione di sostanze stupefacenti è psicotrope.
Se un lavoratore non svolge nessuna delle attività dell'elenco in atto in vigore non deve essere sottoposto a test.
Cordiali saluti

Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore, quindi mi conferma che non dovrei essere sottoposto al test riguardo le mie mansioni, non avendo patenti e non essendo cambiato niente?
[#3]
Dr. Domenico Spinoso Medico del lavoro 709 84 11
Le confermo che non è cambiato nulla.
Se nella sua mansione non manovra mezzi di movimentazione merci (muletti, navette ecc. ecc) e se non svolge altra attività prevista dall'elenco in vigore, non deve essere sottoposto al test.
Ove le richiedessero di effettuarlo le consiglio di richiedere che le venga comunicato formalmente per quale attività da lei svolta verrebbe eseguito l'esame. Se tale attività non rientra tra quelle dell'elenco si può legittimamente rifiutare.
Le consiglio di valutare con attenzione l'elenco ed essere certo che nessuna delle attività presenti rientra nella sua mansione; in caso contrario un suo rifiuto potrebbe comportare un provvedimento disciplinare.
Cordiali saluti

Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per la celere risposta dottore, no, me confermo che fino ad ora non ho fatto alcuna visita in precedenza da 6 anni quasi a questa parte, non ho nessuna patente all’interno dell’azienda e attualmente sono su una linea di montaggio a montare e smontare i differenziali.
Chiedo scusa per il tempo che le sto facendo perdere, per curiosità, cosa dovesse succede a chi si dovesse rifiutare?
[#5]
Dr. Domenico Spinoso Medico del lavoro 709 84 11
Se il dipendente si rifiuta di eseguire l’esame pur rientrando nelle categorie per cui è previsto va incontro a sanzioni disciplinari e non è idoneo all’attività per la quale era previsto l’esame.
Se il rifiuto è invece dettato dal fatto, per esempio, che non riesce in quel frangente a conferire un campione di urine idoneo per l’esame, il medico competente verbalizza l’impossibilità materiale ad eseguire l’esame e riconvocherà il dipendente, a sorpresa, entro 10 giorni.
Cordiali saluti

Dr. Domenico Spinoso
Medico del Lavoro

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test