Utente 167XXX
Buona giornata Dottore,
approfitto della sua disponibilità per esporre il mio problema.

2 anni fà ho avuto una sbracciata con un compagno di pallone, che mi ha fatto ruotare il braccio e di conseguenza la spalla più in alto della mia flessibilità ho sentito un forte dolore che a freddo non mi permetteva neanche di ruotare la chiave della macchina per accenderla. La sentivo anche nelle settimane successive come indebolita e avevo paura di appoggiarmi con il braccio,il dolore e' perdurato diversi mesi senza fare nessun controllo.

Dopo più di un anno era tutto risolto, ho per diveri motivi iniziato a fare nuoto e giocare un pò a tennis,non so se troppe fatiche insieme, ma dopo 4 o 5 mesi di nuoto, ho sentito un dolore che man mano si e' intensificato nella fascia alta pettorale fino all'inserzione con la spalla proprio costeggiando la clavicola fino ad arrivare all'acromion(spero che si chiami cosi). Il dolore era intenso e con i successivi allenamenti ho dovuto smettere, il maggior fastidio l'avevo portando il braccio dietro la schiena passando lateralmente come se dovessi alzarmi i pantaloni prendendoli per la cinta(posteriormente).
Ho fatto alcune sedute di ipertermia e massaggi...

In 2 mesi circa il dolore e' scoparso e per diversi motivi sono stato fermo 4 o 5 mesi, appena ho ripreso l'attività di nuoto, dopo 2 o 3 settimane di allenamenti e' ricomparso, non cosi acuto ma il dolore a volte partiva dall'inserzione tra pettorale/scapola e acromion, questa volta sembra interessare e scendere diagonalmente verso il centro del muscolo pettorale,avevo un'effetto come se tirasse(fino all'inserzione tra i due pettorali)...

Di nuovo diversi mesi di stop, ho iniziato un po di esercizi a corpo libero, appena ho effettuato flessioni a terra e trazioni alla sbarra per i dorsali di nuovo il problema come nell'ultima fase, fastidio che partiva dall'angolo alto della spalla(a volte anche un po di senso di debolezza e fastidio sul l'acromion)fino ad arrivare diagonalmente al centro del petto.

Ho effettuato cosi una RM spalla DX e questa e' la prognosi rilevata: Minima riduzione in ampiezza dell'outlet del sovraspinoso. Si associa modesso ispessimento del tendine muscolo sovraspinoso, a livello dell'area critica ed in sede inserzionale, come per tendinopatia di grado moderato lieve. nei limiti il trofismo del ventre muscolare.
Non si rilevano ulteriori reperti a carico degli altri componenti della cuffia dei rotatori.
Nei limiti per intensità di segnale il tendine del capolungo del bicipide nel suo decorso extra-articolare.
Con i limiti della metodica non significative alterazioni di segnale a carico del cernice glenoideo.
Minima quota fluida intrarticolare.

Quello che presenta il referto si puo' accostare ai sintomi che ho sopra descritto?

Cosa mi consiglia di fare?

Scusate se sono stato prolisso.
Grazie
Daniel

[#1] dopo  
Dr. Antonio Valassina

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
ALBANO LAZIALE (RM)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La sintomatologia da lei descritta è molto ambigua e a distanza è impossibile risponderle. In ogni caso il m.gran pettorale non ha nulla a che vedere con lo spazio subacromiale. Traduzione: lei potrebbe avere 2 problemi e non uno solo: il primo alla spalla a carico del tendine del sovraspinoso e il secondo a carico del m.gran pettorale. Ma per ogni valutazione nel merito deve sentire un ortopedico o un medico dello sport.
Cordialità.
Dr. A. Valassina
Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante