Utente 153XXX
Salve, sono una ragazza di 23 anni...Da molti anni pratico karate a livello agonistico allenandomi due ore 3 volte a settimana (a giorni alterni). Premetto che ho una costituzione robusta, qualche chilo in più e sono alta 1.75 m.
Da qualche tempo ho un problema: durante la corsa in fase di riscaldamento (mi alleno scalza e corro e salto sulla punta dei piedi) dopo qualche minuto avverto un forte dolore ai polpacci, che si induriscono,e che si protrae fino alle caviglie e ai piedi...dolore che permane anche durante lo stretching. E' come se si "bloccasse" tutta quella zona che ho citato e anche fare stretching diventa un'avventura perché non riesco a stirarmi e, ripeto, avverto dolore.
Qualcuno mi ha parlato di carenza di potassio, qualcun altro di affaticamento o anche di un problema legato ai chili in più ma comunque si tratta di pareri di persone che si lavorano in palestra ma non sono medici.
Io mi rendo perfettamente conto del fatto che questo non è il modo adatto per avere un consulto idoneo a risolvere il problema, però magari posso avere delle informazioni indicative ed utili che possono aiutarmi a capirne l'origine oppure a capire se è il caso di provvedere con un determinato tipo di visita specialistica (ortopedica o altro, non saprei).

Anticipatamente ringrazio chi risponderà alla mia domanda.
Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Sergio Lupo

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Le cause possono essere varie: errato riscaldamento muscolare, sovraccarico postirale (appoggio del piede, rigidità della muscolatura ...), eccesso di peso ...
Per avere una diagnosi precisa le consiglio di rivolgersi allo specialista in Medicina dello Sport, lo stesso che la sottopone ogni anno all'esame per l'idoneità agonistica allo sport.
Sulla base della visita e degli eventuali accertamenti prescritti, avrà le indicazioni sul corrtetto comportamento da seguire.
La prima cosa da fare è comunque quella di alimentarsi in modo equilibrato e quantitativamente idoneo a perdere il peso in eccesso.
Dottor Sergio Lupo
Specialista in Medicina dello Sport
www.sportmedicina.com

[#2] dopo  
Dr. Carlo De Michele

24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Sottoscrivo ciò che ha appena detto il Collega Sergio Lupo, ma mi pare di aver capito dalla sua rivhiesta che lei corre appoggiando per prima la "punta del piede". Questo non è un modo corretto di correre che può dare una tensione eccessiva ai muscoli della pianta del piede e del polpaccio. Nella corsa l'appoggio deve essere ben distribuito così da permettere la spinta del piede che deve "rotolare" dal tallone all'alluce. Quindi dallo specialista che la visiterà dovrà farsi controllare anche il modo di correre.
Cordiali saluti
dr. Carlo de Michele
Medico Internista
Spec in Medicina dello Sport
Medicina Manuale Osteopatica

[#3] dopo  
Utente 153XXX

Cari Dott. Lupo e Dott. De Micheli vi ringrazio per aver risposto e, soprattutto, per le indicazioni che mi avete fornito e che di sicuro seguirò alla lettera, mi saranno di grande aiuto per risolvere il problema.

Vi auguro una buona giornata...ancora grazie.
Cordialmente, RP.