Utente cancellato
Salve, sono una ragazza di 22 anni. Scrivo perché quando faccio sport, specialmente quando corro, mi affatico molto facilmente. Ho praticato ginnastica ritmica per 12 anni, ma non mi sono mai allenata nella corsa visto che lo sport non lo richiedeva. Durante l'allenamento facevamo riscaldamento ma questo non comprendeva mai periodi di corsa prolungati. Comunque ho interrotto la mia attività tre anni fa perchè mi sono trasferita in un'altra città per motivi di studio e adesso vado in palestra circa due volte a settimana e mi alleno facendo tapis roulant e un po' di pesi. Il tapis roulant l'ho sempre utilizzato per camminare perché non ho molto fiato per correre. Da qualche settimana però ho deciso di iniziare a correre, ma sto trovando molte difficoltà: anche correndo piano già dopo un paio di minuti sono in affanno e devo fermarmi. Ho effettuato una visita di controllo dal cardiologo circa due mesi fa e anche lui ha riscontrato un certo affaticamento: ho raggiunto 185 bpm durante la prova sotto sforzo con la cyclette in soli 4 minuti. Il cardiologo ha detto che non ho nessun tipo di problema perché anche se il battito era molto accelerato, non ho avuto nessuna aritmia durante la prova. Vorrei però capire cosa posso fare e quale potrebbe essere il mio problema, visto che dal punto di vista cardiaco non c'è nulla di cui preoccuparsi. Inoltre dopo la corsa mi gira molto la testa. Ieri ho misurato la pressione prima e dopo la corsa e i valori erano: 135 e 75 a riposo e 129 e 87 dopo lo sforzo. I valori di pressione vanno bene? Oggi l'ho provata di nuovo perché quelli di ieri mi sembravano un po' alti e ho avuto come risultato 101 e 71, valori pressori che ho solitamente.
Vorrei sapere se questo mio affaticamento può dipendere solo da uno scarso allenamento e se può quindi migliorare con un allenamento graduale o se è il caso che esponga i miei sintomi al medico.
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Andrea Malvicini

24% attività
0% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
la sua sintomatologia dipende probabilmente da uno scarso allenamento , ma per sua maggiore sicurezza si rivolga al medico di famiglia e controlli emocromo e sideremia per escludere una anemia possibile alla sua eta' per carenza di ferro e per abbondanti mestruazioni .
cordiali saluti
Dr. ANDREA MALVICINI

[#2] dopo  
181832

dal 2012
Ringrazio per la risposta. Sono donatrice di sangue e ho effettuato quindi le analisi a maggio e le farò di nuovo in questi giorni. Dalle semplici analisi fatte nel momento della donazione, vengono effettuati anche i controlli da lei consigliati?
Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Andrea Malvicini

24% attività
0% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
si negli esami di routine ai donatori vengono eseguiti gli accertamenti per evidenziare una anemia
cordiali saluti
Dr. ANDREA MALVICINI