Utente 271XXX
Buonasera a tutti sono un ragazzo di 23 anni.
A 16 anni ho iniziato a svolgere attività di aumento della massa muscolare in palestra fino all'età di 19 anni circa.
A partire da 18-19 anni o forse dai 19-20 anni ho iniziato a sentire un affaticamento di gran lunga maggiore alla spalla sinistra rispetto alla destra. Durante lo svolgimento anche di es. semplicissimi come il sollevamento di pesi molto piccoli anche da due chili.
Sia nel fare i bicipiti sia nel fare es. specifici per le spalle.
All'inizio ho sopportato pensando che fosse cosa normale e dovuta al fatto che quotidianamente non sono mancino.
Con il tempo è peggiorato di poco il dolore, che ho tutt'ora se dovessi di nuovo cimentarmi in quegli esercizi.
E' come se tutta la fatica si scaricasse solo sulla spalla sinistra.
Facendo altri tipi di sforzi che credo usufruiscano sempre delle spalle, (ma magari non in modo così specifico come facendo palestra) non ho più di tanto dei grossi problemi a questa spalla.
Per esempio, faccio arrampicata da due anni, e di problemi così alla spalla sinistra o di squilibri così evidenti tra le due spalle, non ne ho mai avuti.
Ho usato dei cerotti anti-infiammatori, ho messo il ghiaccio, sono rimasto fermo e mi sono sottoposto ai massaggi di un fisioterapista, ma la situazione riprovando a fare pesi in palestra, non è migliorata.
Le ecografie che avevo fatto non hanno diagnosticato nulla di anomalo, neanche infiammazioni che nel caso, si dovrebbero vedere? Con l'eco o qualcosa del genere?
Il fisioterapista aveva detto che ho il muscolo della spalla irrigidito e "accartocciato" . Ho fatto qualche seduta, ma alla fin fine non ho risolto molto, magari perché il muscolo tende a "riaccartocciarsi" ciclicamente, finché non si agirebbe con altre cure?
Forse dovrei fare per un anno intero, di quelle sedute, ma non mi sarebbe possibile per un problema di costi, ovviamente...
E' vero anche che per alleviare il problema, dovrei fare ogni giorno quegli esercizi con gli elastici che il fisioterapista mi ha proposto... Ma con essi ho avuto gli stesso problemi... glie ne parlerò.
Dai 20 anni non ho più fatto pesi per non peggiorar
Specifico che non ho mai vissuto traumi muscolari ecc.
A voi volevo chiedere delle ipotesi sulla nascita di tale problema.
Me ne è stata già proposta una senza diagnosi: potrei avere ad es. la clavicola difettosa, al punto che non farebbe passare il sangue che serve al muscolo?
Magari perché ho una modesta deviazione scoliotica destra convessa del rachide dorsale con slivellamento dei tetti acetabolari con prevalenza di quello di sinistra? Più ipercifosi dorsale e iperlordosi lombare?(risale ai miei 16anni)
Se la clavicola fosse difettosa per questo, lo vedrei dall'ecografia alla stessa o alla spalla?
In sintesi potrebbe essere un problema osseo che si ripercuote sul muscolo? Mi sarebbe più utile un osteopata o un fisioterapista? I massaggi muscolari però, in tal caso non basterebbero ma dovrei lavorare sulle ossa? e come ?
Con un chiropratic

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se non dovesse ricevere risposte in questa area provi a ripostare ANCHE in area ORTOPEDIA
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 271XXX

La ringrazio del consiglio ma ho visto che non è possibile mandare domande nellì'area ortopedia perché già intasata da troppe richieste di consulti.

Come mai in quest'area ad esempio, si possono postare domande ma i medici sono impossibilitati a rispondere?
Cosa significa la frase che campeggiava sotto la mia domanda, fino a quando lei ha risposto, e che diceva più o meno, che ci sarebbero diritti insufficienti per rispondere o qualcosa del genere?

[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non glielo so dire. Ho letto per caso la sua richiesta alla quale nessuno rispondeva e mi sono permesso di consigliarle una area affine .
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com