Utente 229XXX
Buon giorno mi chiamo Nicola, dopo tanto tempo ho imparato a volermi bene, cosa voglio dire ho perso circa 10Kg. non fumo piu'' da 2 anni circa e faccio tanta attività sportiva anche se ho ripreso qualche kilo. cosa mi è successo due anni fa Dicembre 2010 mi feci male al ginocchio dx ho fatto 2 risonaze magnetiche la prima a Febbraio del 2011 con diagnosi (lieve versamento articolarecon discreta meniscosidel corpo-corno posteriore del menisco mediale . Regolare il menisco laterale e i legamenti crociati e i collaterali, ) la seconda a Gennaio del 2012 con diagnosi ( meniscosi con base degenerativa gonartrosica, lesioni fissurizzative a carico di entrambi i menischi.Concomita contropatia dei piatti tibiali e dei condili femorali, ispessito il legamento collaterale laterale ). Dopo questo calvario ho risolto il tutto facendo sempre attività sportiva erobico (pugilato) e body bilding i dolori sono scomparsi. a Dicembre del 2012 ho avuto gli stessi sintomi al ginocchio sinistro cosa ho fatto dei plantari perchè ho i piedi piatti il dolore si è attenuato dopo 5 giorni, siccome faccio un corso di balli caraibici è la preparazione atletica alla box il dolore è ritornato, ho lasciato il pugilato ed ora sto facendo rinforzo muscolare degli adduttori mediali. Quello che voglio chiedervi il mio problema potrebbe derivare dagli adduttori mediali che sono molto scarsi? Grazie per la vostra pazienza.

[#1] dopo  
Dr. Giancarlo Rando

40% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Buongiorno,
nella sua esposizione bisogna mettere un poco di ordine e fare qualche chiarimento.
Come si è fatto male al ginocchio nel dicembre 2010 ? Ha subito un trauma ? Qualcosa di diverso ?
Quali sono stati i primi sintomi ? soltanto dolore ? Dolore dove ( anteriore, interno, esterno , posteriore ) ? Anche altri sintomi ( calore, gonfiore, sensazione di blocco articolare, scatti della rotula ..... ) ?
Ha eseguito due esami RMN, li ha richiesti uno specialista ? Ha poi esibito gli esami al medico ?
A quale " calvario " si riferisce ? Ha effettuato terapie che non hanno dato benefici ?
Nella seconda risonanza eseguita cita alterazioni articolari che meritano l'attenzione dell'ortopedico .
Non ritengo che possa risolvere i suoi problemi soltanto con la pratica di un'attività sportiva .
Il potenziamento muscolare le può essere d'aiuto, ma non certamente risolutivo.
Le suggerisco sottoporsi ad una visita specialistica per la certezza di una diagnosi e delle terapie più approrpiate.
Cordiali saluti.
Dr. GIANCARLO RANDO
MEDICO DELLO SPORT, ANGIOLOGO, FISIATRA

[#2] dopo  
Utente 229XXX

Dott. la ringrazio per il suo interessameto, ora cerchero di esere piu' dettagliato mi scuso a priori per il disordine nell'esporre il mio malessere .
Nel 2010 mi sono fatto male correndo dopo circa 25 minuti di corsa ho fatto lo slalom intorno a dei pali . Il giorno dopo avevo dolore all'interno del ginocchio e sentivo corpo estraneo nella parte posteriore del ginocchio (come se fosse un chiodo)
Il dolore l'ho avertivo all'interno del ginocchio . A tutt'oggio quando rimango seduto per troppo tempo il ginocchio si blocca .
Ho eseguito 2 risonanze magnetiche richieste dagli specialisti a distanza di un anno
Il primo ortopedico mi disse che non era nulla di che e dovevo ingrossare il muscolo quadricipide della coscia dx perchè era piu' piccolo dell'altro.
Il secondo mi disse che non era nulla di che e dovevo aver pazienza .
Il terzo Dottore prima mi disse che mi avrebbe operato al piu' presto, poi alla seconda cambiò idea , in fine il quarto specialista mi disse che era un usura dovuta all'eta mi consigliava n° 3 infiltrazioni di Acido Ianuronico. Nel frattempo ho preso degli integratori per la cartilagene. Il mio calvario è cominciato perchè ho gitrato tanti medici Ortopedici e nessuno mi ha risolto il problema perchè continuo ad aver dolore. Come posso fare? da chi mi posso rivolgere a Bari per risolvere definitivamente questo problema? Dottore vorrei ricominciare a corre e se è possibile giocare anche a calcio. Tutto questo è accaduto al ginocchio dx. In fine quando ho preservato con attenzione il ginocchio dx a dicembre 2012 è accaduta la stessa cosa al ginocchio sx. Le devo dire che le sensazioni sono le stesse, non ho fatto nessuna risonanza ho visita specialistica per il ginocchio sx, perchè sono stanco di spendere denaro senza risultati . La ringrazio per la cortese attenzione , distinti saluti.

[#3] dopo  
Dr. Giancarlo Rando

40% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2013
Buongiorno,
Le suggerisco rivolgersi ad un ortopedico con competenze nell'ambito delle patologie da sport o ad un medico sportivo, o ad un fisiatra.
Bari è una città che - sia in ambito ospedaliero , sia universitario - offre tanto.
Certamente non Le sfugge il principio che i nostri consulti non possono sostituire la visita specialistica.
Questo vuol dire che senza visitarLa possa dirLe qualcosa di più che altri colleghi Le hanno invece riferito.
Dal referto della risonanza non sembrerebbe esserci l'indicazione ad interventi , ma non bisogna decidere soltanto sulla base di un esame diagnostico strumentale: occorre che questo sia sempre confrontato col risultato di una visita specialistica.
Per la patologia degenerativa della cartilagine il trattamento con la terapia infiltrativa intrarticolare con acido ialuronico può essere notevolmente utile.
In molti casi non bisogna fermarsi a tre sole sedute. Certi protocolli ne prevedono almeno cinque. Bisogna sempre considerare lo stato di partenza del danno cartilagineo e le richieste funzionali per ciascun soggetto e sulla base di ciò impostare un protocollo personalizzato: una cosa è trattare l'artrosi del ginocchio di una persona anziana e sedentaria, altro è trattare un giovane atleta abituato a sollecitazioni importanti del ginocchio.
In quest'ultimo caso le sedute di acido ialuronico possono essere di più in funzione delle esigenze : dopo le prime cinque , se ne possono richiedere ulteriori richiami ogni 2 - 4 settimane per tre o più mesi successivi.
Esistono inoltre diversi tipi di acido ialuronico : un tipo a basso peso molecolare ( quello più comunemente usato e meno costoso ) viene impiegato per le prime 3 - 5 sedute. Ha una prevalente azione antinfiammatoria ed antidolorifica.
Esistono altre formule di peso molecolare più elevato che hanno una prevalente azione viscosupplementante , qualcosa come " lubrificante " , con effetto di mantenimento più prolungato nel tempo.
Per un atleta è preferibile formulare dei protocolli personalizzati secondo le condizioni della patologia cartilaginea e , ripeto, secondo le esigenze ed il sovraccarico del ginocchio .
Non bisogna ovviamente trascurare i tempi di riposo atletico e la fisioterapia.
Come gà detto , occorre che si rivolga comunque ad uno specialista con esperineza nel campo.
Cordiali saluti.
Dr. GIANCARLO RANDO
MEDICO DELLO SPORT, ANGIOLOGO, FISIATRA

[#4] dopo  
Utente 229XXX

Buona sera,
la ringrazio nuovamente dei consigli, mi rivolgero dall'ultimo Ortopedico il quale mi disse di efffettuare n°3 infiltrazioni a distanza di 15 giorni per " lubrificante " il ginocchio. Distinti saluti e buona serata