Utente 241XXX
Gentili dottori,
vi scrivo perché avrei bisogno di un consulto sul mio attuale problema.
Le dovute premesse sono la mia età, 26 anni a luglio, lo sport che pratico, il calcetto (portiere), e una leggera scoliosi avuta fin dalla nascita. Ah premetto che quest'ultima non mi ha mai dato veramente problemi e che sono una persona che ha sofferto di pochissimi infortuni e che non si lamenta mai del dolore. Ora incomincio la mia lunga "storia".

Ancora ad Agosto 2012 ero in spiaggia e correndo non mi accorgo di una buca: riesco a continuare la corsa ma compenso il passo a vuoto con un movimento strano e da quel momento in poi la mia schiena sembra come se si fosse quasi bloccata. 7 giorni dopo, continuando con questa sensazione, sollevo una valigia e..crack! colpo della strega, due settimane a letto.
La mia fisioterapista e osteopata di fiducia sostiene che si sia ruotata una vertebra e dopo un po' di manipolazioni la sistema e nel giro di 2-3 settimane sono come nuovo.

Nuovo problema, metà ottobre 2013: scatenandomi in discoteca, si ripresenta quella vecchia sensazione di prebloccaggio alla schiena (in basso a sx). Interrompo ogni attività fisica e allarmato vado da un altro fisioterapista che mi scioglie solo le contratture e prova varie manipolazioni. Da questo momento in poi, il calvario.
Sparite le contratture, emergono due infiammazioni nei grandi glutei, poi dolore alla schiena all'altezza delle scapole e varie sensazioni di instabilità alla base della colonna-bacino (se non altro, le vecchie sensazioni del colpo della strega non si sono più ripresentate.........).
Finchè un giorno di punto in bianco, mi fa malissimo ad un piede a camminare. Dopo vari consigili mi rivolgo ad un osteopata che rileva come il mio corpo sia totalmente asimmetrico (mi chiede anche ma come hai fatto??).. una parte più bassa circa di 3 cm rispetto all'altra. Dopo il trattamento mi sembra di camminare sulla luna!
Con calma riprendo a fare attività fisica, solo in piscina però e palestra. Con calma ancora e su consiglio di osteopata e fisioterapista, riprendo pure gli allenamenti. Adesso però dopo due settimane mi ritrovo con questi sintomi:

-Muscoli lombari che sembrano sempre più affaticati degli altri (sempre sensazione simile ad acido lattico e non li sto forzando più di prima)
-La parte della schiena tra le scapole, appena la raddrizzo, scricchiola. E mi succede centinaia di volte al giorno. Prima non succedeva mai
-Il dolore al piede, ahimè continua forte come prima.

Adesso sembra che la new entry sia che un ileopsoas sia più debole dell'altro e il bacino da una parte non svolge il movimento di alzarsi e abbassarsi, causando tutta una serie di scompensi....

Insomma brancolo nel buio.

NB scusate la lunghezza, ma volevo aggiungere che in realtà soffrendo riesco a giocare e allenarmi, ma risulta veramente fastidioso, seppur non impossibile.

Grazie mille per la pazienza.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Poiché non ha ricevuto risposte in questa area provi a ripostare ANCHE in AREA ORTOPEDIA (tra l''altro alcuni ortopedici sono specialisti anche in Medicina dello Sport)
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com