C'è correlazione tra il vaccino johnson & johnson e alcuni fastidi alle vene della gamba sinistra?

Il giorno 05/06/2021 faccio il vaccino Johnson & Johnson, poi passo una notte con la febbre, una giornata con dolori muscolari, ma poi passa tutto nel giro di 48 ore.

Il giorno 10/06 (5 giorni dopo) inizio ad avvertire una lieve "pesantezza" alle vene della gamba sinistra (sul lato destro).
Sento un po' le vene "pesanti" sembrano più gonfie del solito, e sento un leggero bruciore, sento pizzicare.
Tale fastidio è lieve, ma costante, non mi ostacola particolarmente e non ho nessun altro sintomo.

Ad oggi 13/06 ho ancora questo fastidio, non assumo nessun farmaco e non ho nessun tipo di patologia.


Ci potrebbe essere correlazione col vaccino?
Cosa posso fare se il fastidio dovesse permanere anche nei prossimi giorni?
E' consigliabile un'ecografia?


Grazie mille.
[#1]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 3,2k 170
Le consiglio di fare un Ecocolordoppler venoso degli arti inferiori. Così vediamo se le vene tengono bene e non danno problemi. Se come seconda ipotesi ci fosse in causa il vaccino Covid. Deve armarsi di pazienza e aspettare che passi.

Dr. Claudio Bosoni

[#2]
dopo
Utente
Utente
Va bene, la ringrazio tanto.
Allora procederò a fare questo esame e scriverò un aggiornamento qui nei prossimi giorni.

A presto.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Ho svolto l'Ecocolordoppler venoso degli arti inferiori (giorno 15/06) come suggerito.

Riporto i risultati:

CIRCOLO ARTERIOSO:
- decorso e calibro vasale regolare e simmetrico; pareti normospesse, normoelastiche, ad ecostruttura regolare;
- lume pervio, anecogeno omogeneo, con profilo intimale regolare;
flusso normodiretto, senza evidenti segni di stenosi, nè significative alterazioni emodinamiche all'esame velocimetrico, bilateralmente.

CIRCOLO VENOSO PROFONDO:
- vasi regolari per calibro e decorso, con pareti normospesse, normocomprimibili, flusso normoorientato, normalmente modulato dagli atti respiratori, bilateralmente.

CIRCOLO VENOSO SUPERFICIALE:
- vena grande e piccola safena regolari per decorso e calibro, a pareti normospesse normocomprimibili, con flusso normodiretto senza significative alterazioni velocimentriche;
- assenza di segni di reflusso a livello della crosse safeno-femorale e safeno-poplitea, sia in condizioni basali che durante manovra di Valsalva;
-non formazioni ecogene endoluminali riferibili a trombi;
- vasi perforanti non visualizzabili

CONCLUSIONI: reperto ecostrutturale ed emodinamico entro i limiti della norma.

Essendo tutto nella norma, mi armo di santa pazienza e aspetto che vada via da solo, giusto?
Inutile preoccuparsi ulteriormente?
[#4]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 3,2k 170
Se non ci pensa più, lo sente anche meno.

Dr. Claudio Bosoni

[#5]
dopo
Utente
Utente
Mi sembra giusto, grazie mille e buona giornata.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio