Utente 138XXX
Buonasera.
Ho 50 anni e vi scrivo per avere un cortese consiglio per fare i passi giusti per una fastidiosa cefalea muscolo tensiva che dall'ottobre del 2007 è peggiorata. Prima di questa data avevo degli attacchi sporadici (un paio al mese) che tamponavo con analgesici e antinfiammatori. Quello che mi dava e da più sollievo era il nimesulise.
Dalla data indicata, c'è stato un peggioramento della situazione, con attacchi molto lunghi di un paio di mesi (ottobre 2007, ottobre 2008, maggio 2009 e quello attuale) in cui sento i muscoli del collo e delle spalle dapprima molto contratti, contrazione che poi si trasforma in cefalea abbastanza severa. Ho fatto una visita fisiatriva nel febbraio 2008 da un fisiatra che ha riscontrato una leggera scoliosi mai curata. In quell'occasione mi aveva prescritto un ciclo di 10 sedute di pompage e 10 sedute di RPG. Soffro anche di cervicalgia a livello c3 c4, forse a causa di un trauma cranico dovuto a un incidente stradale circa 30 anni fa. Durante le pause tra un lungo attacco e l'altro o spesso fastidi, ma sempre sopportabili.
Recentemente ho effettuato altre sedute di pompage, massaggi e osteopatia ricavandone solo timidi e passeggeri miglioramenti.
Per verificare il mio attuale stato, il mio medico di famiglia mi ha consigliato:
1) una visita dentistica visto che ho molte otturazioni ai denti anche abbastanza vecchie.
2) una visita gnatologica e fisiatrica per valutare la mia ppostura
3) una visita neurologica

Vi chiedo se questo è un iter corretto e se posso trovare beneficio dall'applicazione di cerotti, sul collo, di cerotti che sprigionano calore con metodi naturali. Il problema non è tanto il giorno, quanto il fastidio è talvolta severo ma sopportabile, ma la notte, quando mi sveglio con la tempia sinistra che mi batte. Chiaro che questo incide con la qualità del mio sonno (recentemente ho avuto molti episodi di risvegli precoci) e di conseguenza incide anche sulle mie attività quotidiane.

Vi ringrazio anticipatamente per il Vs. prezioso lavoro augurandovi buona giornata.

[#1]  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

l'iter diagnostico-terapeutico sino ad ora effettuato e consigliato mi sembra corretto.

Visto che ha già effettuato una consulenza Fisiatrica effettuando anche ciclo di terapia di pompage e RPG.

Visto il permanere della Sua sintomatologia, malgrado le terapie effettuate,

sarebbe consigliabile, a mio parere, modificare l'ordine degli Specialisti da consultare in questo modo:

"1) una visita neurologica

2) una visita dentistica visto che ho molte otturazioni ai denti anche abbastanza vecchie.

3) una visita gnatologica e fisiatrica per valutare la mia postura"

Cordialità.

Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)

[#2] dopo  
Utente 138XXX

La ringrazio di cuore, dottor Urbano, per la cortese e sollecita risposta. Ho anche un dubbio in fatto di vista. Sono leggermente ipercorretto (11/10) e ho notato che se riesco a lavorare senza occhiali (sono leggermente miope, astigmatico e presbite) tenendo il monitor più vicino ed evitando di mettere e togliere gli occhiali, la cefalea diminuisce. L'osteopata mi aveva consigliato anche una visita oculistica per eliminare questa ipercorrezione. Intanto domani effettuerò un ortopantomografia dal dentista con cui avevo preso appuntamento prima di porre questo quesito. Fortunatamente questi ultimi giorni sto davvero meglio, ma continuerò con l'iter diagnostico come mi ha consigliato.

Grazie mille

[#3]  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
4% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
OK!
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)