Utente cancellato
Salve, ho 23 anni, e da più di un mese accuso dei fastidi al collo lato sinistro. è iniziato tutto dopo una caduta da scale con intorpidimento del braccio sinistro (senza perdita di sensibilità) nelle ore successive, seguito da occasionali altri episodi di intorpidimento. Il problema fisso consiste in una sensazione di collo che tira da sotto l'orecchio sinistro fino alla clavicola (credo sia lo sternocleidomastoideo) e tensione alla nuca e al volto, con tensione e intorpidimento (sempre con sensibilità) anche della zona orecchio-guancia-gengive, e da alcuni giorni bruciori di durata molto breve sulla parte anteriore o laterale sinistra. Avverto poi spesso vertigini, fischi alle orecchie (di breve durata) o come la sensazione di orecchio tappato, a volte mi si presentano ai lati del campo visivo come dei piccoli moscerini (mi scuso per il linguaggio poco tecnico!). Ho un gonfiore appena sotto il lobo dell'orecchio sinistro, a volte più duro altre meno. In attesa di effettuare una risonanza cranio e rachide cervicale tra un paio di settimane, ho eseguito visita ortopedica con prescrizione di antinfiammatori e miorilassanti per 15 giorni (senza effetto), analisi del sangue complete (valori perfetti), ecocolordoppler dei vasi sovraortici (nessuna anomalia), ecografia al collo (nessuna anomalia) e visita odontoiatrica (ho una malaocclusione di terza classe sin da bambina, ma la dentista di fiducia ha escluso che i miei fastidi possano esser causati da ciò). Dopo tante visite e nessun risultato sono davvero demoralizzata, sono anche un tipo abbastanza ansioso e non capisco quale possa essere la causa di una così grande varietà di disturbi (che non mi impediscono di svolgere tutte le mie regolari attività, ma comunque persistono ancora dopo un mese e mezzo), spero possiate aiutarmi a capire o a indicarmi se è necessario effettuare altri controlli. ringrazio anticipatamente per il servizio offerto.

[#1]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signora, verosimilmente cadendo bruscamente dalle scale con ripetutti sobbalzi, ha subito di certo una ipersollecitazione abnorme del rachide cervicale , una distorsione del rachide cervicale.
Veda anche il mio lavoro scientifico in Minforma del sito di Medicitalia
www.medicitalia.it/minforma/Ortopedia/217/Colpo-di-frusta-cervicale.
Le risulterà utile.
Consulti uno specialista ortopedico e faccia fare una valutazione scurpolosa di ogni sua sintomatologia clinica.
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -

[#2] dopo  
212178

dal 2012
Gent.mo Dr. Caruso, la ringrazio per la tempestiva risposta. Ho letto l'articolo da lei segnalatomi e, data la grande varietà dei miei sintomi, e spaventandomi non poco l'dea di rachide cervicale distorto, potrebbe dirmi, pur sempre nei limiti del consulto virtuale, come potrebbe essere risolvibile la mia situazione? Sono preoccupata per il gonfiore sotto l'orecchio, per effettuare la risonanza magnetica devo attendere ancora una settimana, e i miei fastidi non accennano a migliorare di molto neanche con semplici antinfiammatori; l'ortopedico crede che possa trattarsi di un nervo infiammato ma consiglia di aspettare la rm. Dimenticavo di precisare, giusto per completezza, che ho anche effettuato visita cardiologica presso medico cardiologo e internista, che ha escluso problemi legati al suo ambito.
La ringrazio ancora per la grande disponibilità.

[#3] dopo  
212178

dal 2012
Salve, dato che i fastidi non sono passati ma solo diminuiti, e avvertendo nell'ultima settimana dei fischi alle orecchie persistenti anche alcune ore, ho effettuato anche visita orl con rimozione di un tappo dall'orecchio destro e nessuna anomalia riscontrata, ma i fischi continuano (seppur in maniera meno frequente e prolungata). Ho intanto effettuato la risonanza, di cui avrò i risultati la prossima settimana. I sintomi che avverto dopo più di un mese e mezzo sono dolori poco intensi al collo lato sinistro e talvolta al viso o all'orecchio, e permane il gonfiore sotto l'orecchio al lato della mandibola, palpabile, tra l'altro, solo se giro la testa verso destra o verso l'alto (cioè, credo, quando il muscolo è più teso). Non riesco davvero a capire cosa possa essere, e mi chiedo se la risonanza possa chiarire la natura di questo gonfiore, dato che mi sembra che tutti i miei fastidi derivino da lì.
Grazie ancora per la disponibilità e per il servizio offerto.

[#4] dopo  
212178

dal 2012
Gent,mi medici,
riporto il risultato della rm cervicale: scomparsa della fisiologica lordosi, da C3 a C6 lievi pseudo-bulgings, legati alla fisiologica idratazione discale, normale il segnale del parenchima midollare. è possibile che la mia sintomatologia sia provocata da ciò?
Avverto ancora ronzio alle orecchie soprattutto quando sono stesa, testa costantemente in tensione e pesante (aggravata dalla costante pressione bassa? sento dei lievi battiti alle orecchie quando compio movimenti bruschi), collo e viso tesi, perdura l'irrigidimento del muscolo sotto l'orecchio.
Grazie anticipatamente!

[#5]  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
12% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Gentile signora confermo integralmente quanto le ho scritto nel consulto in data 23 luglio scorso.
Certamente quanto nella rmn cervicale avvalora ancor più la sua sintomatologia cervicale e quella associata otoiatrica e neurovegetativa, ma è ovvio che vi possono essere altre situazioni cliniche da valutare dettagliatamente nei vari casi specifici clinici, come questo " gonfiore sotto il lobo dell'orecchio sinistro" di cui riferisce lei.
Certamente solo una valutazione clinica diretta specialistica può fare luce completa su tutto.
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -