Utente 277XXX
Salve,
Prima di descrivere il mio problema, vorrei fare una premessa, sperando possa aiutarvi a capire il meglio possibile. Gioco a calcio da 15 anni e mi hanno sempre detto che, data la conformazione delle mie gambe (le note "gambe da calciatore" o "gambe a tunnel" o semplicemente gambe storte), avrei avuto problemi di tipo posturale. Fino a qualche anno fa soffrivo dolori alle ginocchia e tutt'ora ogni tanto riaffiorano questi dolori che durano un giorno e poi vanno via, quindi non mi creano particolari problemi (credo sia dovuto proprio alla conformazione delle mie gambe che fanno si che il peso gravi troppo sui menischi...). Comunque, non ho mai subito infortuni riguardanti ossa delle gambe...
Il mio problema iniziai ad avvertirlo verso fine agosto...All'inizio si trattava di un fastidio all'inguine sinistro, che comunque non mi impediva di giocare...Anche se forzando di continuo sul dolore, a fine allenamento ero molto affaticato. Ovviamente la situazione è degenerata e il dolore continuava ad affliggermi. Il medico di squadra mi disse che era solo affaticamento e che mi sarebbe bastato fare uno stretching più serio e un pò di posture e corsetta per risolvere il problema. Ma anche con questi metodi il dolore ha continuato a resistere...Allora mi son rivolto ad una palestra...Spiegato il mio problema al titolare (il quale vedendomi durante esercizi di stretching mi ha detto che ho una scoliosi e che i carichi sono distribuiti male sulla mia schiena), ho cominciato ad allenarmi in palestra e in particolare a fare esercizi per correggere la postura. Dopo 2-3 settimane il dolore inguinale comincia a diminuire e "si sposta" verso l'esterno, per intenderci lungo l'attaccatura della gamba al busto. Qui il dolore è molto più intenso, soprattutto quando sono seduto con le piante dei piedi che combaciano (tipo indiano, per intenderci)....Il dolore è pungente, fastidioso. Ma tutto sommato adesso riesco a giocare a calcio, a correre più velocemente e anche a calciare con maggior forza (cosa che mi creava parecchi problemi 2 settimane fa)...Anche se rimane la paura che mi rifaccia male. La mia domanda è: E' normale che un problema simile duri mesi? E soprattutto, riuscireste a dirmi esattamente di che problema si tratta e come potrei risolverlo?...La palestra è il miglior rimedio? Posso giocare a calcio, anche se sento che sto affaticando i muscoli di quella zona?

Grazie!

[#1] dopo  
Dr. Mirko Parabita

28% attività
4% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
GINOSA (TA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2004
Egregio atleta,
prima di esprimere alcune considerazioni, Le vorrei chiedere se sia mai stata valutata la possibile presenza di pubalgia e se questa sia stata trattata
Attendo Sue nuove
Dr. Mirko Parabita

[#2] dopo  
Utente 277XXX

No, ci ho pensato anche io...Ma in palestra mi è stato detto che è un problema legato alla mia postura. Quindi no. Lei pensa che dovrei fare qualche controllo tipo tac o raggi?
Grazie per la vostra disponibilità

[#3] dopo  
Utente 277XXX

Potreste darmi una risposta? Mi scuso per l'insistenza ma vorrei risolvere il problema quanto prima. Grazie tante.

[#4] dopo  
Dr. Mirko Parabita

28% attività
4% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
GINOSA (TA)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2004
Mi scuso per il ritardo nella risposta, ma non riesco ad accedere con grande frequenza al sito.
La diagnosi di pubalgia è principalmente clinica, ossia valutata dopo esame obiettivo, più che dopo esame per immagini.
Se è iscritto ad una società sportiva, dovrebbe oarlare del suo probelma con il medico della squadra (medico dello sport), in caso contrario potrà rivolgersi ad uno specilista di sua fiducia, in ambito riabilitativo, dello sport o ortopedico; con una terapia più specifica, fisica (chinesi, massoterapia o trattamento osteopatico) o strumentale dovrebbe risolvere il suo problema
per quanto valido possa essere il suggerimento datole dal responsabile della palestra è certamente più opportuno che esegua una visita medica

Cordiali saluti
Dr. Mirko Parabita

[#5] dopo  
Utente 277XXX

Salve, ho incontrato il mio medico di base e gli ho spiegato il problema. Mi ha detto che probabilmente si tratta di coxalgia, ma non mi ha spiegato bene di cosa si tratta a livello di muscoli o di ossa. Mi ha prescritto degli antinfiammatori per 5 giorni e mi ha assicurato che in pochissimo tempo passerà, cosa che mi lascia perplesso visto che è da più di 3 mesi che ho questo problema. Potrebbe darmi qualche informazione in più riguardo a questo problema e alla sua risoluzione? Grazie

[#6] dopo  
Utente 277XXX

Salve, Vi scrivo per aggiornarvi.
Ho seguito la cura che mi è stata data dal medico.Ho preso per 5 giorni delle pillole "Brufen"...e devo dire che durante quei giorni effettivamente il dolore era quasi totalmente scomparso. Oggi però ho provato a giocare, e ho ancora fastidio sia all'inguine che all'interno della coscia...Ok,è molto meno rispetto all'inizio. Ma voglio risolvere questo problema. Dovrei fare delle lastre?