Utente 251XXX
Buongiorno,

da quasi 1 anno avverto dolori e rigidità a livello cervicale.
Visita Fisiatrica: Cervicobrachialgia distesa ai trapezi. Fisioterapia: 10xmassoterapia cervicale + 10xElettroterapiaDiadinamica + 10xginnasticaEducativa.
Nulla di fatto, il dolore rimane come la rigidità al collo. A giorni alterni. Accompagnato da moderate a forti vertigini, nausea, cefalea, pensatezza degli occhi, abbassamento della vista, gambe molli, tachicardia, soprattuto negli spazi pubblici (es. centri commerciali, fiere, mercati..)
RX Colonna cervicale: Lieve scoliosi cervicale sx-convessa con tendenza al raddrizzamento della fisiologica lordosi. Resto nella norma.
Sono anche uno sportivo e come ogni anno faccio la visita agonistica di medicina dello sport: tutto ok.
Sono un tipo molto ansioso e ipocondriaco. Ho iniziato da maggio 2012 un persorso di psicoterapia. Ma volevo escludere qualsiasi forma patologia fisica e concentrarmi su quella psicologica.
E' possibile che a 27 anni debba soffrire di questo? Sono molto preoccupato. Il mio medico curante, senza neanche visitarmi nemmeno 1 volta, dice che somatizzo la mia ansia, ma non mi ha mai sentito neanche il battito cardiaco.
So che dovrei stare più calmo e capire che va tutto bene. Ma i sintomi rimangono...

Grazie per la vostra risposta.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

il percorso da Lei iniziato è sicuramente quello più idoneo e corretto.

Proseguire con l'attività fisica e con il supporto psicologico vedrà che si riveleranno come il percorso terapeutico più giusto da perseguire ed i risultati arriveranno.

Sapere a priori la tempistica per raggiungere tali obbiettivi, purtroppo è impossibile.

Da parte sua è fondamentale avere fiducia, molta pazienza e soprattutto non arrendersi nella quotidiana convinzione che i suoi disturbi diminuiranno.

Ripetendo a se stesso che tali disturbi non possono e non devono condizionare la sua vita di relazione.

Cordialità
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)

[#2] dopo  
Utente 251XXX

Gentile Dott. Urbano,

La ringrazio per la sua gentile risposta.

Purtroppo la condizionano eccome: es. quando faccio attività fisica, sento sempre stanchezza e penso che da un momento all'altro cadrò per terra svenuto/morto, deconcentrandomi su quello che sto facendo visto che faccio uno sport di squadra.
Lo so che è una fissa e ci sto lavorando con il mio psicoterapeuta.

Lei, per quel che può fare a distanza, ha qualche esercizio da consigliarmi, da fare a casa, o tecniche per rilassarsi o meditazione? Oppure altro da suggerirmi?

Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Giulio Pio Urbano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
8% attualità
16% socialità
RHO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

è decisamente impossibile impostare un corretto ed idoneo trattamento terapeutico riabilitativo o "ha qualche esercizio da consigliarmi" via etere.

Per quanto riguarda le eventuali "tecniche per rilassarsi o meditazione" da adottare,
credo che una richiesta diretta al Suo psicoterapeuta Le potrebbe essere di sicuro aiuto nella scelta.

Cordialità
Urbano Giulio Pio MD
Specialista Medicina Fisica Riabilitazione
e Psicoterapia
3398917774(h16-20)